Venezia 73. Il cinema italiano in viaggio

Là, dove per far succedere tutto non succede niente. È la vita o il cinema italiano?

24
0

Ed ecco le quattro ragazze di Questi giorni di Giuseppe Piccioni in Concorso. La scontrosa Caterina deve raggiungere un lavoro a Belgrado. Liliana sta per discutere la tesi con un giovane prof stupito dalle sue doti, nasconde un problema medico e ritiene che la madre parrucchiera sola sia disattenta a lei. L’accompagna invece di iniziare la cura. Vengono anche Angela, che ha una storia con un tipo invadente e un padre patriarca patetico e legge il futuro nei vasetti delle candele, e Anna, violinista, incinta, fidanzata, sempre indecisa a tutto. Sulla strada per Belgrado incontrano campeggiatori slavi. Caterina che non sopporta nessuno non sopporta soprattutto che Liliana abbia una breve storia. Liliana sta male, tornano, non è successo niente o, per stare al tema del film, è successo tutto, ma ce lo dimenticheremo presto perché l’interesse iniziale era basso ma strada facendo si è perso da qualche parte. Come succede al cinema italiano…

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori