12 Settembre 1964, esce Per Un Pugno di Dollari

59
0

Lo Spaghetti western originale, così diverso già nel concept dal solito western alla John Wayne che Charles Bronson, una delle prime scelte per interpretare il ruolo dell’Uomo Senza Nome, rifiutò il ruolo definendo la sceneggiatura “la più brutta che avesse mai letto”. La parte principale, andò come sappiamo a Clint Eastwood dopo che fu rifiutata una dozzina di volta da nomi al tempo più famosi (oltre a Bronson, James Coburn e Henry Fonda, tra gli altri), per scelta artistica o semplicemente questioni di budget. Lo stesso Eastwood non era così contento della parte, come confessò tanto tempo dopo quando girò Gli Spietati, dedicandolo proprio, quasi a ripagarlo, al suo Maestro italiano.

Non fu il primo Western prodotto in Europa, ma cosa lo rendeva diverso, era quell’idea di West che aveva Sergio Leone, meno edulcorata, meno idealizzata, ma sporca, sudata, fatta di cattivi ed anti-eroi non proprio senza macchia, aveva in sé un grumo di realismo che poi alla fine ebbe la meglio sul vecchio western tipo Ombre Rosse, anche se ci vollero tre anni dopo l’uscita in Italia per portarla finalmente in USA (anche per una causa di plagio intentata dal regista giapponese Akira Kurosawa, in effetti sembra un remake -non autorizzato- de La Sfida Del Samurai), dove in pratica uscì direttamente col suo seguito, Per qualche Dollaro in Più. Con il terzo episodio, Il Buono, Il Brutto e Il Cattivo, si completa la cosiddetta Trilogia del Dollaro.

Paradossalmente, è il western meno riuscito di Leone; ma quei volti, quegli sguardi in primissimo piano, quei campi lunghi e sconfinati, quell’umorismo greve e nero, quelle magnifiche musiche di Ennio Morricone (qui alla prima collaborazione con Leone), saranno destinate a gettare il seme di un genere nuovo, e di un punto di vista a tutt’oggi unico.

Altre ricorrenze

  • 1930, nasce Ian Holm, attore di Alien e Momenti di Gloria
  • 1951, nasce Joe Pantoliano, attore di Matrix e Memento
  • 1957, nasce Hans Zimmer, compositore di colonne sonore, Il Re Leone (Premio Oscar 1994) e altre 6 Nomination (tra cui Il Gladiatore e Rain Man)
  • 1990, esce Il Mistero Von Bulow di Barbet Schroeder, forse il miglior thriller legale di tutti i tempi, Jeremy Irons (Oscar Miglior attore) stratosferico.
  • 1992, muore Anthony Perkins, attore, il protagonista di Psycho
  • 1993, muore Raymond Burr, attore di cinema (La Finestra sul Cortile) e in TV (Perry Mason)
  • 2006, esce This is England di Shane Meadows, film indie rivelazione sulla classe operaia UK
  • 2010, muore Claude Chabrol, regista de Il Buio Nella Mente e Un affare di Donne
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.