Bersani: tour rinviato per problemi di salute

51
0
Samuele-Bersani-Tour-Rinviato-Problemi-salute

Spostato di qualche mese l’inizio del tour per Samuele Bersani che a causa di un problema ad una corda vocale sarà costretto al riposo forzato per un po’. L’annuncio è stato dato dal cantante stesso, che con una nota su Facebook ha informato i suoi fan.

«Ciao amici, scrivo qui per dirvi che purtroppo la nostra voglia di incontrarci dovrà attendere ancora un po’. Un piccolo problema ad una corda vocale mi obbliga ad un imprevisto riposo forzato. Sono per questo costretto a rimandare l’inizio del viaggio che aspetto di fare in vostra compagnia. Riguardo ai biglietti acquistati non cambia niente: il posto rimane lo stesso, con una nuova data. C’è anche la possibilità di chiedere il rimborso, nel caso in cui non possiate venire. Mi dispiace molto se questo in qualche modo può causarvi del disagio. Spero davvero di avervi ancora accanto, e vi comunico già dove poterci abbracciare!»

Queste le nuove date:
21 Febbraio – Roma – Auditorium Parco della Musica
23 Febbraio – Bergamo – Palacreberg
25 Febbraio – Padova – Teatro Geox
27 Febbraio – Milano – Teatro degli Arcimboldi
1 Marzo – Torino – Teatro Colosseo
4 Marzo – Bari – Teatro Palazzo
6 Marzo – Catania – Teatro Metropolitan
7 Marzo – Cosenza – Teatro Rendano
12 Marzo – Firenze – Teatro Puccini
14 Marzo – Genova – Politeama Genovese
15 Marzo – Bologna – Teatro Il Celebrazioni

I biglietti acquistati restano validi per le nuove date. Chiunque volesse il rimborso potrà richiederlo entro e non oltre il 31 dicembre 2016 presso il punto vendita dove è stato effettuato l’acquisto. I biglietti acquistati online sul sito TicketOne o telefonicamente tramite i call center verranno rimborsati come da modalità regolamentata nei termini e condizioni di acquisto del sito Ticketone. Per altre informazioni è possibile visitare il sito di F&P.
CONDIVIDI
Matilde Ferrero
Vent'anni e un corso di studi a Milano. Soffro di Londonite da quando ho passato tre mesi nella capitale britannica e poi ho dovuto lasciarla. Una volta ho incontrato Paul McCartney, ma non l’ho riconosciuto.