Intervista a Francesco del Maro, ideatore di “Hit Week”

100
0

La nostra intervista a Francesco Del Maro, ideatore di Hit Week, manifestazione che da 10 anni si pone l’obiettivo di far conoscere la musica italiana nel mondo. Gli appuntamenti per l’edizione 2016 sono dal 7 al 24 ottobre, suddivisi in tre continenti: America, Asia e Europa. Protagonisti, Max Gazzé e Negrita, a cui saranno affiancati alcuni artisti emergenti: Giò Sada, vincitore dell’ultima edizione di X Factor, Coez, Zephiro e Kathryn Dean.

 

Foto: Andrea Giovannetti
Foto: Andrea Giovannetti

In italia la musica dal vivo continua a funzionare molto bene, nonostante i prezzi dei concerti non siano esattamente economici. Da dove nasce, quindi, la voglia di organizzare un evento mondiale, molto dispendioso, sia in termini economici che di energie?

Mi interessa portare nel mondo l’idea che la musica italiana non è solo quella stereotipata che all’estero si aspettano da noi, cioè il bel canto e l’opera lirica, perché esiste un movimento di musica italiana di qualità che merita di essere ascoltata. Così come ci sono moltissimi prodotti del “made in Italy” che girano il mondo, lo stesso deve accadere con la nostra musica, ed è per questo che organizziamo questo festival da ben 10 anni.

Hit Week può essere da preludio a un rilancio della musica italiana su larga scala, al di là dei soliti cantanti conosciuti all’estero?

Deve esserlo assolutamente. Però non mi piace parlare di “rilancio”, perché questo termine lascia intendere che la musica italiana sia in decadenza, che è una cosa che non penso. A mio avviso, la musica italiana meriterebbe molto più spazio ed è proprio quello che cerco di fare con Hit Week: creare nuovi spazi per la diffusione della musica italiana nel mondo.

negrita-forum-assago-2015-13Quanto alla scelta degli artisti, com’è avvenuta? Si tratta di nomi più “spendibili” all’estero rispetto a quelli di altri cantanti?

In realtà non c’è nessuna formula, se non il mio gusto personale… anche se non dovrei dirlo! Cerco di portare all’estero artisti che mi piace ascoltare, sperando che il mio gusto incontri quello delle tante persone che verranno ai concerti.
Se mi interessasse unicamente “fare numeri”, allora la rosa di nomi sarebbe molto più ristretta!

Spesso questi eventi si trasformano in “reunion” degli italiani all’estero. Che aspettative e che ambizioni avete voi, invece?

In realtà, la cosa che cerchiamo di evitare è proprio questa: evitare lo spirito di nostalgia della “terra lontana”. Per noi ovviamente sono molto importanti gli italiani residenti all’estero che vengono ai nostri show, però ci piace utilizzare un linguaggio moderno e ciò che più conta per noi è far conoscere la musica italiana a chi vive nei diversi Paesi. Altrimenti faremmo dell’autocelebrazione e andare all’estero per suonare per gli italiani secondo me non ha molto senso.
Ciò detto, cerchiamo sempre di coinvolgere gli italiani che vivono all’estero, ma non nello spirito del “Ti ricordi la nostra terra?”, ma piuttosto cerchiamo di renderli fieri di com’è l’Italia oggi.

GiosadaCom’è stata nelle scorse edizioni la risposta del pubblico “locale”?

La risposta varia molto da Paese a Paese, essendo molto legata alla penetrazione degli italiani in quel determinato territorio. A Los Angeles o Tokyo, ad esempio, gli italiani non sono tantissimi, e in quelle città infatti la percentuale di “indigeni” che vengono ai nostri concerti è molto alta. Cosa ben diversa, quando andiamo a Londra o a New York, dove la percentuale di italiani che assistono ai nostri show è decisamente importante.

I concerti di Hit Week:

7 ottobre Montreal (Rialto Theatre) – Max Gazzé
9 ottobre Toronto (Mod Club) – Max Gazzé
10 ottobre Chicago (Martyrs’) – Max Gazzé
12 ottobre New York (Highline Ballroom)- Max Gazzé + Giò Sada (special guest)
13 ottobre Boston (Regatta) – Max Gazzé
14 ottobre Miami (North Beach Bandshell) – Max Gazzé
16 ottobre Los Angeles (Whisky a Go Go) – Max Gazzé
18 ottobre Londra (The Garage) – Negrita + Coez (special guest)
20 ottobre Tokyo (Club Phase) – Max Gazzé + Zephiro (special guest)
21 ottobre Tokyo (Club Phase) – Negrita + Zephiro (special guest)
22 ottobre Shanghai (Qsv Center Live House) – Max Gazzé
24 ottobre Los Angeles (Whisky a Go Go) – Negrita + Giò Sada e Kathryn Dean (special guest)

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.