Western, horror e lo strano incontro tra Elvis e Nixon: un weekend al cinema per tutti i gusti

30
0

Mai come in questo fine settimana le nuove uscite al cinema sembrano in grado di accontentare tipologie di pubblico differenti. Non ci sono scuse, insomma, per non passare almeno un paio d’ore in sala. E la guida di Spettakolo vi aiuta a scegliere il film giusto per voi.

La proposta più originale è probabilmente rappresentata da Elvis & Nixon di Liza Johnson. Il film racconta la storia vera dell’incontro avvenuto nel 1970 fra il cantante (interpretato da Michael Shannon) e l’allora presidente degli Stati Uniti (Kevin Spacey). Un incontro voluto da Presley, intenzionato a diventare agente federale sotto copertura.

Sfida la leggenda Antoine Fuqua, regista de I magnifici 7. Cimentarsi col remake dell’omonimo film del 1960, allora diretto da John Sturges (a sua volta ispirato a I sette samurai di Akira Kurosawa), è impresa che fa tremare i polsi. Il film è stato presentato in anteprima al Toronto International Film Festival e fuori concorso alla recente Mostra del Cinema di Venezia. Nel ricco cast spiccano i nomi di Denzel Washington ed Ethan Hawke. La storia? Gli abitanti di Rose Creek chiedono protezione a sette fuorilegge contro un ricco magnate che detta legge in città. E si preparano per la violenta resa dei conti…

A 15 anni di distanza dal capitolo originale, Renée Zellweger torna ad interpretare Bridget Jones in Bridget Jones’s Baby di Sharon Maguire (regista anche del film del 2001). In questo nuovo episodio, Bridget si ritrova single ed alle prese con un affascinante corteggiatore americano. Tutto sembra perfetto fino a quando non scopre di essere incinta: il padre è il suo amore di lunga data o il nuovo spasimante? Nel cast figurano anche Colin Firth e Patrick Dempsey.

E’ dedicato agli amanti dell’horror Blair Witch di Adam Wingard, terzo capitolo della saga iniziata nel 1999. Un gruppo di studenti universitari si reca nella foresta di Black Hills per cercare di svelare il mistero legato alla sparizione della sorella di uno di loro. La notte sarà infinita e – il genere lo impone – intorno a loro inizieranno presto a sentire i segnali di una presenza inquietante.

Sembra pensato per il circuito dei cinema d’essai Frantz di François Ozon. Già a partire dalla scelta del bianco e nero, il film presentato in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, ha come target di riferimento uno spettatore che al cinema cerca poesia ed originalità. La storia è ambientata al termine della prima guerra mondiale, in un piccolo villaggio tedesco, ed ha come protagonista una giovane donna che si reca tutti i giorni a visitare la tomba del fidanzato, caduto al fronte. Al cimitero conoscerà un giovane francese, a sua volta in visita alla stessa tomba: tra i due nascerà un forte legame e la ragazza scoprirà alcuni segreti del fidanzato.

Fra le altre nuove uscite segnaliamo anche La vita possibile di Ivano De Matteo (con Margherita Buy e Valeria Golino), la commedia Prima di lunedì di Massimo Cappelli (con Vincenzo Salemme) e due documentari: Spira Mirabilis di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti e La teoria svedese dell’amore di Erik Gandini.

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.