Alla ricerca di Dory. Alla memoria…

Sequel e spin-off di Alla ricerca di Nemo

20
0

Alla ricerca di Dory
di Andrew Stanton, Angus MacLane
Voto 6/7

Nel primo film di ricerca il pesciolino pagliaccio Nemo con una pinna atrofica si inoltrava in mare aperto e si perdeva. Suo padre Marlin lo cercava e dopo un lungo peregrinare da feuilleton lo riportava alla barriera corallina. Nel mezzo tanti incontri. Uno di questi era Dory, pesciolina Paracanturo sofferente di perdita di memoria a breve termine. Cioè dimentica dopo pochi secondi cosa ha fatto e pensato. Questo la rende patetica ed esilarante come le svampite delle commedie brillanti di un tempo. 13 anni dopo Alla ricerca di Nemo ecco un film tutto per Dory che vive con Marlin e Nemo e all’improvviso si ricorda dei suoi genitori. Il ricordo va e viene come una gag comica per spiegare il nuovo on-the-road verso un centro di ricerca oceanografico e le nuove avventure, sempre firmate da Andrew Stanton (Alla ricerca di Nemo, Wall-E e la co-regia di Bugs Life). È un sequel, spiega puntigliosa Wikipedia, perché c’è Nemo, ma è anche uno spin-off perché Dory è la protagonista. La qualità è quella consueta Disney /Pixar e c’era qualcosa che volevo aggiungere ma me lo sono dimenticato. Ah, è gradevolissimo, ma forse non vincerà un altro Oscar…

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori