Sabato 24 settembre

55
0

Il 24 settembre 1991, esattamente 25 anni fa, usciva Blood sugar sex magik, il quinto album dei Red Hot Chili Peppers, il disco che avrebbe proiettato la band californiana nel mainstream. Secondo molti, il loro disco più riuscito. Si calcola che l’album abbia complessivamente venduto circa 15 milioni di copie nel mondo. Particolarmente azzeccati furono i due singoli di lancio: prima Give it away e poi Under the bridge. Dopo varie vicissitudini negli anni precedenti, fra le quali la morte del chitarrista Hillel Slovak e l’abbandono del batterista Jack Irons, la band era riuscita a trovare la quadratura del cerchio: Anthony Kiedis alla voce, John Frusciante alla chitarra, Flea a basso e tromba e Chad Smith alla batteria furono gli artefici di un disco destinato a lasciare un segno importante nel mondo dell’alternative rock. L’anno dopo, stressato anche dall’enorme successo, Frusciante avrebbe lasciato la band nel bel mezzo di un tour. E per i Red Hot Chili Peppers sarebbe iniziata una nuova era.

Gli altri fatti del giorno:
1941: nasce la fotografa e cantante Linda Eastman, già moglie di Paul McCartney
1942: nasce il cantante Gerry Marsden
1969: nasce Shawn Crahan, batterista degli Slipknot
1971: nasce Enrico Matta, batterista dei Subsonica
1971: nasce Peter Salisbury, già batterista dei Verve
1978: nasce Leon Cave, musicista degli Status Quo
1980: nasce la cantante Anna Calvi

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.