Zucchero saluta l’Arena e parte per il tour mondiale

381
0
Foto: Andrea Giovannetti

Ieri sera, in un’Arena di Verona nuovamente sold out per l’ultimo degli undici concerti record nell’anfiteatro romano, Zucchero ha salutato il pubblico italiano.
La scaletta ha visto anche una piccola novità rispetto alle sere precedenti, con Sugar che a metà concerto, da solo voce e chitarra, ha accennato alcuni brani, improvvisando Donne, Occhi, Menta e rosmarino, Blu, You are so beautiful e Va’ pensiero.
Visibilmente soddisfatto per la serie record di concerti, che hanno portato a Verona 120.000 spettatori, Zucchero ha intrattenuto lungamento il pubblico tra aneddoti di vita vissuta e battute, oltre a modificare la scaletta aggiungendo brani non previsti perchè “è una di quelle sere in cui sento di più la musica”, per un concerto che alla fine è durato quasi tre ore (potete trovare la scaletta in fondo all’articolo).

Dopo la maratona veronese ora la band si appresta a partire per il tour mondiale: sono ben 30 le date europee che lo vedranno impegnato insieme alla sua band nel prossimo mese e mezzo, e spiccano alcune repliche importanti, come la doppietta alla Royal Albert Hall di Londra o il tris di date all’Olympia di Parigi.
Chiuderà questa prima parte di tour il concerto a Tel Aviv, in Israele, il prossimo 19 novembre, in attesa delle date del tour nordamericano, che dovrebbe partire all’inizio del 2017, per poi tornare in Italia per un tour che girerà la penisola nella prossima estate, fino a chiudersi il prossimo agosto.

Ecco il calendario del Black Cat World Tour:
1 ottobre – StoccardaStuttgart Schleyerhalle
2 ottobre – DornbirnMessehalle
4 ottobre – ViennaWiener Stadthalle, Halle D
5 ottobre – InnsbruckOlympiahalle
7 ottobre – SalisburgoSalzburgarena
8 ottobre – LubianaDvorana Stožice
9 ottobre – GrazStadthalle
11 ottobre – VarsaviaTorwar
12 ottobre – PragaForum Karlín
14 ottobre – Esch-sur-alzetteRockhal
15 ottobre – BruxellesForest National
17 ottobre – AmsterdamZiggo Dome
20 ottobre – LondraRoyal Albert Hall
21 ottobre – LondraRoyal Albert Hall
24 ottobre – OberhausenKoePi Arena
25 ottobre – AmburgoBarclaycard Arena
26 ottobre – FrancoforteFesthalle
28 ottobre – BerlinoMercedes-Benz-Arena
29 ottobre – Monaco di BavieraOlympic Hall
31 ottobre – ZurigoHallenstadion
1 novembre – ZurigoHallenstadion
2 novembre – GinevraArena
6 novembre – ParigiL’Olympia
7 novembre – ParigiL’Olympia
8 novembre – ParigiL’Olympia
10 novembre – DresdaMesse Dresden, Halle 1
12 novembre – Cluj-NapocaSala Polivalenta
14 novembre – BucarestSala Palatului
15 novembre – SofiaNational Palace Of Culture
17 novembre – RuseBulstrad Arena
19 novembre – Tel AvivMivtachim Sport Palace

Questa la scaletta del concerto di ieri, 28 settembre:

Capitolo uno
1. Partigiano reggiano
2. 13 buone ragioni
3. Ti voglio sposare
4. Ci si arrende
5. Ten more days
6. L’anno dell’amore
7. Hey Lord
8. Fatti di sogni
9. La tortura della Luna
10. Love again
11. Terra incognita
12. Voci

Capitolo due
13. Vedo nero
14. Baila (sexy thing)
15. Long as I can see the light (Creedence Clearwater revival cover)
16. Donne / Occhi / Menta e rosmarino / Blu / You are so beautiful / Va’ pensiero (solo Zucchero voce e chitarra)
17. Un soffio caldo
18. Rossa mela della sera
19. Chocabeck
20. L’urlo
21. Il mare impetuoso al tramonto salì sulla Luna e dietro una tendina di stelle…
22. Oltre le rive
23. Eccetera eccetera
24. Il volo
25. Miserere
26. Freedom Jazz dance (band’s jam session)

Capitolo tre
27. Con le mani
28. Solo una sana e consapevole libidine salva il giovane dallo stress e dall’Azione Cattolica
29. Diamante
30. Così celeste
31. Per colpa di chi?
32. Diavolo in me

Bis
33. Hai scelto me

 

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".