Nick Cave – One More Time with Feelings

Un film su un disco di un uomo dopo la morte del figlio

17
0

Nick Cave – One More Time With Feeling
di Andrew Dominik
Voto 7 e 1/2

L’ho già detto dal festival di Venezia: One More Time with Feeling, il docu (ma adesso direi il film…) di Andrew Dominik su Nick Cave che prepara l’ultimo album Skeleton Tree dopo la morte del figlio, è ineccepibile: stupenda fotografia in bianco e nero, uso del 3D non inutile, molto testo non inerente la musica, che tuttavia entra ed esce bene dalle canzoni. Non entro nel merito delle canzoni: personalmente mi piaceva il percorso dei Bad Sees e mi piace l’onnipresenza dell’elettronica di Warren Ellis che sembra accompagnare il discorso di Cave. Dico discorso perché Cave ha chiesto al regista Dominik (quello di L’assassinio di Jessie James per mano del codardo Robert Ford) di fargli fare un film/ discorso invece di un discorso per presentare il disco. Non è un superclip, è un film, su come si compone: le canzoni spesso sono frammentate con uso del “pensiero fuori campo” di Cave che confessa a se stesso certi passaggi inattesi. Emoziona: vuoi per l’uso della voce, vuoi per gli arrangiamenti vuoi per il sottotesto (la morte del figlio) che percorre la narrazione. Le canzoni a quel tempo erano per lo più già state scritte. E Dominik, ancora una volta con sentimento, “circonda” Cave  con una scenografia costituita  dai trucchi di regia, i carrelli, le macchine che riprendono. Per ribadire che comunque è un film su un disco con altro.

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori