Week end al cinema con il nuovo Woody Allen, remake storici e uno dei film italiani più attesi

46
0

Per milioni di fan in tutto il mondo l’uscita di un nuovo film di Woody Allen è un appuntamento imperdibile. Ma il weekend porta nelle sale anche altre proposte interessanti, alcune originali, altre che richiamano il passato più glorioso del cinema.

Café Society resterà negli annali se non altro per essere il primo film girato in digitale da Woody Allen. La storia è ambientata negli anni trenta ed ha per protagonista un giovane ebreo che cerca fortuna ad Hollywood e si innamora di una ragazza già fidanzata, che un giorno si presenta alla sua porta per dirgli che è stata lasciata. Presentato all’ultimo Festival di Cannes, il film ha come attori protagonisti Jesse Eisenberg e Kristen Stewart.

Indivisibili di Edoardo De Angelis era tra i film in lizza per rappresentare l’Italia nella corsa all’Oscar come miglior film straniero. Presentato a Venezia, Toronto e Londra, il film è incentrato su due gemelle siamesi napoletane che si esibiscono come cantanti nei matrimoni e nelle feste di paese e che, di fatto, mantengono così la famiglia. Tutto cambierà il giorno in cui scopriranno che c’è la possibilità di essere separate.

Dici Ben-Hur e ti viene subito in mente il film del 1959 di William Wyler, con Charlton Heston. La versione che arriva ora nelle sale, firmate dal kazako Timur Bekmambetov, è la quinta trasposizione cinematografica del romanzo scritto nel 1880 da Lew Wallace. Una sfida da far tremare i polsi, quella di raccontare nuovamente la vicenda di Giuda Ben-Hur, che dopo essere stato falsamente accusato di tentato omicidio dal fratello, pianifica la sua vendetta. Il film è una produzione americana, ma è stato girato in Italia, a Cinecittà ed a Matera. Nel cast figurano Jack Huston e Morgan Freeman.

E’ dedicato a chi ama i film edificanti e poetici Abel – Il figlio del vento di Gerardo Olivares e Otmar Penker. Un giovane trova un aquilotto, scacciato dal nido dal fratello, e se ne prende cura di nascosto. Lo stesso giovane è vivo grazie al sacrificio della madre, morta per salvarlo da un incendio, e per questo motivo viene trattato con freddezza dal padre. La sfida di restituire l’aquilotto alla natura sarà, in definitiva, anche il tentativo di cominciare una nuova vita. Protagonisti principali sono Manuel Camacho e Jean Reno.

Fra le nuove uscite non manca una commedia italiana. Il titolo è Al posto tuo, il regista Max Croci, gli interpreti Ambra Angiolini e Luca Argentero. La trama potrebbe essere anche l’idea per un reality show: due uomini, entrambi direttori creativi di aziende di ceramiche, sono in corsa per l’unico posto di responsabile del settore per la nuova società che ha acquistato le due ditte. I due si ritrovano a vivere una situazione paradossale: per un mese uno si trasferisce nella casa dell’altro, e viceversa, allo scopo di imparare a far tutto al posto dell’altro.

Fra le altre nuove uscite segnaliamo infine The Assassin di Hou Hsiao-hsien (premio per la miglior regia al Festival di Cannes del 2015), il documentario Liberami di Federica Di Giacomo, la commedia Se permetti non parlarmi di bambini! di Ariel Winograd e Le ultime cose di Irene Dionisio.

 

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.