9 Ottobre 1969, nasce Steve McQueen

53
0

 “L’arte non può aggiustare niente. Si limita ad osservare e ritrarre. Cosa conta è che diventi un oggetto, una cosa che si può vedere, discutere e far riferimento”

Da non confondere col suo omonimo, e sicuramente più famoso per chi mastica di cinema, attore scomparso, Steven Rodney McQueen è con tutta probabilità uno dei registi più influenti degli ultimi anni, cosa resa ancora più interessante dal fatto che non solo McQueen ha realizzato soltanto 3 lungometraggi, ma il suo primo è in effetti uscito quando aveva già 38 anni.

Nero di Londra, a scuola emarginato per la dislessia e per un problema agli occhi, lascia l’università per studiare cinema negli USA, e si fa conoscere come regista di cortometraggi dal 1993 fino al 2007; ma è del 2008 il suo primo lungometraggio, con Hunger, film su un tragico sciopero della fame in Irlanda dei tempi dell’IRA, e già è il suo marchio di fabbrica: stile minimalista, quasi da nouvelle vague, tematica durissima, ed il suo attore preferito, Michael Fassbender. Si ripete con Shame nel 2011, dove affronta la tematica della dipendenza sessuale da pornografia, con rara precisione narrativa ed evocativa. Ma è nel 2013, quando sbarca negli USA, che diventa un regista di prima fascia: il suo 12 Anni Schiavo vince il Premio Oscar come Miglior Film.

Curioso che questi suoi toni oscuri non riflettano la sua persona, in effetti piuttosto gioviale. Dice di sé: “sono essenzialmente felice, ma per qualche ragione ho fatto parecchia roba oscura, non so perché, non mi interessa saperlo. Ma non credo si possa inclinare a piacimento il tuo modo di essere artista”

Altre ricorrenze

  • 1949, nasce Ottavia Piccolo, attrice di Metello e La Famiglia
  • 1954, nasce Scott Bakula, attore al cinema (American Beauty) e in TV (In Viaggio nel Tempo)
  • 1964, nasce Guillermo Del Toro, regista di Il Labirinto del Fauno e Hellboy
  • 1979, nasce Brandon Routh, attore di Superman Returns e Dylan Dog
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.