Pooh: ultima notte insieme a Bologna?

4361
0
Pooh-Capodanno-Bologna-concerto-cinquantennale

Sono ormai giorni che i fan si interrogano su come sarà l’ultimo concerto della carriera dei Pooh. Soltanto un mese fa Dodi Battaglia aveva lasciato intendere con una dichiarazione ai microfoni di RTL 102.5 che l’ultimo concerto della band, il 31 dicembre 2016, «avrà a che fare con la storia della band». Band che nasce nel 1966 a Bologna su idea di Valerio Negrini e Mauro Bertoli, e che proprio in quella città muove i primi passi sopra i palchi dei club. Inevitabile quindi l’immediato collegamento con la città, tanto importante per la musica italiana, quanto per i Pooh.
I commenti riguardo l’ultimo dell’anno si susseguono interminabili e incerti, e in molti ormai danno Bologna meta certa per il capodanno targato Pooh. Di dubbi però ce ne sono ancora molti: c’è chi immagina una piazza con i cinque a farla da padroni, e chi addirittura ipotizza un capodanno con molti altri artisti. Di quei capodanni che si vedono da molto tempo, con una manciata di canzoni ciascuno, i saluti, gli auguri e via. Credo però che questa seconda ipotesi sia altamente improbabile, ma non da escludere, tutto è possibile. Anche se immagino che i Pooh abbiano riservato ben altro per il concerto di chiusura di cinquant’anni di carriera.

Messina-pooh-concerto

Rimaniamo allora a Bologna, ma dimentichiamo la piazza, un grande sogno per i fan, però poco funzionale. Non stiamo parlando di capienze, ma di una performance che potrebbe essere condizionata dalle intemperie e dal freddo. Le immaginate tre ore di concerto sotto la neve? Idea molto romantica per alcuni, meno per altri, e se già a settembre c’è chi vaga con sciarpe e doppie maglie per preservarsi e mantenere la voce, figuriamoci in piazza a Bologna, il 31 dicembre, magari a -10 gradi. L’ipotesi di un capodanno all’aperto rimane quindi poco percorribile e lascia spazio all’opzione di un capodanno al coperto. Si accontenteranno però i Pooh, dopo il successo di San Siro, di un ultimo concerto davanti “soltanto” a 8/10mila persone? Del resto, nell’ultima conferenza stampa di settembre, si era parlato di suonare davanti a «una marea di persone arrivate da tutta Italia». (Qui il testo completo).
Le idee per il 31 dicembre sono ancora molto confuse, le cose verranno messe in chiaro con ufficialità tra qualche settimana. Ma sarà poi quella l’ultima notte insieme?

CONDIVIDI
Matilde Ferrero
Vent'anni e un corso di studi a Milano. Soffro di Londonite da quando ho passato tre mesi nella capitale britannica e poi ho dovuto lasciarla. Una volta ho incontrato Paul McCartney, ma non l’ho riconosciuto.