Placebo, in Danimarca litigano furiosamente, poi regalano un grande show

1641
0

Buone notizie per i fan dei Placebo: lo scorso giovedì infatti la band aveva interrotto dopo solo due canzoni lo show ad Aarhus, in Danimarca, la prima data del tour per festeggiare i vent’anni di carriera. Dopo una cacofonica versione di “Loud like Love” era scoppiata una lite furibonda tra Brian Molko e Stefan Olsdal, che aveva fatto rientrare la band dietro le quinte, e conseguentemente prendendo la decisione di interrompere il concerto.

L’episodio, al quale erano seguite le scuse del gruppo, aveva fatto temere per le condizioni di salute della band: si è parlato di una reazione allergica di Molko, ma fortunatamente la vicenda si è chiarita in breve tempo.

Il giorno dopo hanno tenuto un nuovo concerto a Copenaghen e in quest’occasione si sono fatti perdonare, sfoderando un’esibizione memorabile con ben 25 pezzi suonati. In più i Placebo hanno anche regalato delle rarità al pubblico danese, come “Devil in the details”, “Lady of the flowers” e “Lazarus”, mai eseguita dal vivo.

Questa la scaletta

“Pure morning”
“Loud like love”
“Jesus’ son”
“Soulmates”
“Special needs”
“Lazarus”
“Too many friends”
“Twenty years”
“I know”
“Devil in the details”
“Space monkey”
“Exit wounds”
“Protect me from what I want”
“Without you I’m nothing”
“36 degrees”
“Lady of the flowers”
“For what it’s worth”
“Slave to the wage”
“Special K”
“Song to say goodbye”
“The bitter end”

BIS:
“Teenage angst”
“Nancy boy”
“Infra-red”
“Running up that hill (A deal with God)”

Non possiamo che restare tranquilli allora. Ricordiamo che la band è attesa in Italia il prossimo 15 novembre al Mediolanum Forum di Milano.

CONDIVIDI
Alessio Bardelli
Nasce a Roma nel 1989 pochi mesi prima che cada il muro di Berlino. Studente di Storia, non religioso, beatlesiano convinto. Fino al 2015 ha gestito la webzine Robadarocker.com. Poeta a tempo indeterminato, rockettaro nel cuore, ama scrivere di musica.