Inferno. Che peste quel Dante…

Questa volta il professor Langdon va all'Inferno. Quello di Dante

32
0

Inferno
di Ron Howard
Tom Hanks, Felicity Jones, Irrfan Khan, Omar Sy, Ben Foster
Voto 6+

Terzo libro e terzo film del professor Langdon di Tom Hanks, il decrittatore di simboli, che stavolta si sveglia in un ospedale italiano senza memoria, afflitto da visioni da inferno dantesco e con un gran mal di testa per un colpo di pistola (di striscio). Chi ha letto il libro lo sa, chi non l’ha letto l’avrà capito dal trailer: Langdon inizia una lunga fuga perché oscuri sicari lo vogliono morto, l’Organizzazione Mondiale della Sanità lo cerca e un ricchissimo terrorista del tipo ti-ammazzo-per-il-tuo-bene ha lasciato un regalo devastante per tutta l’umanità. Il ritorno della memoria di Langdon passa attraverso un avventuroso giro turistico (con interpretazioni di misteri e rivelazioni) sulla pista di indizi infernali tra Firenze, Venezia e Costantinopoli. Tra i misteri rivelati e le sorprese anche una fidanzata che gli ritrova il suo orologio “Topolino”. Tolte le parentele di Gesù e i misteri vaticani dei primi due film stavolta i guai di Langdon sembrano meno mistici, a misura di brividi liceali: Ron Howard sceglie la via tranquilla (non “facile”) del bestseller scritto di Dan Brown riconfezionato in bestseller sceneggiato da David Koepp, e intrattiene con cura, ma qualcosa non eccita a dovere lo spettatore impaziente.

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori