La top 10 del glam rock

155
0
David Bowie

Qualcuno lo chiama “glitter rock” (rock scintillante), ma il nome con cui è più conosciuto è indubbiamente “glam rock”, che è un’abbreviazione di “glamour”. Infatti i protagonisti di questo genere esploso negli anni Settanta amavano indossare abiti eleganti, vistosi, coloratissimi. Uno dei leader riconosciuti di questo movimento musicale, Marc Bolan, si presentava sulla scena ricoperto di piume, lustrini e con tanto di cilindro. Ma anche se il leader dei T-Rex può essere considerato il capostipite, il musicista più noto era senz’altro David Bowie, nelle vesti del suo alter ego Ziggy Stardust.
Genere estremamente semplice (secondo alcuni un mix tra il rock’n’roll delle origini e la cosiddetta bubblegum music), il “glitter rock” ha comunque prodotto una serie di canzoni che sono sopravvissute al logorio del tempo.

Ecco la nostra “top ten”:

All the young dudes dei Mott the Hopple

Ballroom blitz degli Sweet

Gudbuy T’Jane degli Slade

Hello! Hello! I’m back again di Gary Glitter

Personality crisis dei New York Dolls

See my baby jive dei Wizzard

Solid gold easy action dei T. Rex

Virginia plain dei Roxy Music

Ziggy Stardust di David Bowie

48 crash di Suzi Quatro

CONDIVIDI
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino). Ultimo libro uscito: "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi".