Jack Reacher- Punto di non ritorno. Cruise papà?

Questa volta l'eroe reduce ramingo forse ha una figlia

19
0

Jack Reacher – Punto di non ritorno
di Edward Zwick
con Tom Cruise, Cobie Smulders, Patrick Heusinger, Austin Hébert, Holt McCallany
Voto 6+

Jack Reacher, secondo film. Tom Cruise è un cavaliere della valle solitaria on the road per l’America: gira in jeans e t-shirt senza soldi e chiede l’autostop ai camionisti invece di andare a cavallo. Onesto, segue ancora il codice della polizia militare, anche se è passato ai civili, aiuta gli amici, indaga, picchia come un martello, spara come uno sniper, risolve i casi, torna alla sua solitudine, forse la sua tristezza cela un segreto. Stavolta difende una bella signora maggiore dell’esercito che è stata incastrata perché ha indagato su un traffico di armi. La trama va da qui a lì con uno standard (il killer sadico e addestrato alle calcagna) e una piccola increspatura: possibile che Reacher abbia seminato nelle sue peregrinazioni una figlia? Tutto prevedibile, lineare, ironia bassa, professionalità alta. Rispetto agli eroi attuali (più nevrotici, veloci e complessi) sembra un personaggio da serial tv un po’ antiquato e tenuto in freezer… Forse in un mondo sempre più carogna e militarizzato un personaggio così conforta il pubblico, il che accompagnato al culto dei suoi romanzi firmati da Lee Child, è il motivo del successo globale (gli incassi Usa del primo non giustificavano un sequel…). Detto così suona come il fondo pensione di Tom Cruise.

CONDIVIDI

Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here