R.E.M. e Sleater-Kinney: supergruppo contro Donald Trump

73
0

Non c’è dubbio: le prossime elezioni presidenziali degli Stati Uniti sono particolarmente sentite. E se la regina del pop Madonna promette “premi speciali” a chi voterà per Hillary Clinton, c’è chi addirittura scrive una canzone sul tema.
E’ quanto hanno fatto i R.E.M. e Sleater-Kinney, che hanno formato un nuovo “super gruppo”, i Filthy Friends, scrivendo una canzone, Despierta, che rientra nel progetto contro Donald Trump di Dave Egger 30 days 30 songs (30 giorni 30 canzoni).
La band, che unisce artisti come Tucker degli Sleater Kinney, Peter Buck dei R.E.M, Scott McCaughey dei Minus 5 e il batterista BIll Rieflin dei King Crimson, ha preso parte a questo bizzarro progetto, le cui motivazioni sono riportate sul sito di 30 days 30 songs: “In quanto artisti, siamo uniti nel desiderio di parlare contro quell’ignorante, controverso e odioso di Donald Trump. Non ci siamo fatti ingannare dalle contorsioni retoriche di Mr. Trump, dalle sue compiacenti bugie e false promesse. Ha mostrato il suo vero carattere più e più volte e la sua candidatura è una rovina per la nazione”.

3o-days-30-songs

Parole tanto dure quanto chiare di una campagna che aveva già coinvolto artisti come Death Cab For Dutie, Jim James e Franz Ferdinand, che hanno postato ogni giorno, dal 10 ottobre, una canzone che rappresentasse il loro spirito unitario contro Trump.

Despierta sarà inclusa nell’album della band, che secondo il sito dei R.E.M. sarà pubblicato il prossimo anno.

 

CONDIVIDI
Claudia Assanti
Nata in Calabria, classe '86. Un diploma di Liceo Scientifico che però mi ha portato ad una laurea in Lingue e Letterature straniere. La musica e la letteratura sono sempre state la colonna portante della mia vita in ogni loro sfumatura. Sognatrice ostinata ma realista al punto giusto.