2 novembre 1975. Muore PierPaolo Pasolini.

183
0

Scrittore, poeta, sceneggiatore, regista. Radicale, omosessuale, controtendenza. La mattina del 2 novembre 1975 il corpo di Pasolini viene trovato senza vita sulla spiaggia di Ostia: giudicato colpevole dell’omicidio fu il 17enne Pino Pelosi, arrestato il giorno stesso sull’Alfa Romeo dell’artista, con tante domande ancora irrisolte.

A 40 anni dalla sua morte ben 4 film sulla sua vita e le sue sorti, Il primo di Marco Tullio Giordana (Pasolini – Un delitto italiano) nel 95, il secondo di Aurelio Grimaldi (Nerolio) nel 96,  poi Abel Ferrara nel 2014 (con un ottimo Willem Defoe), il quarto uscito nel 2015, con Massimo Ranieri nella parte di PPP (La macchinazione). Insomma, personaggio su cui c’è sempre stato molto da dire e molto da scrivere.

Al cinema, come regista , cosi come sceneggiatore tante le sue opere che sono considerate pietre miliari: a cominciare dal suo film d’esordio Accattone (1961), che tanto per gradire, parla delle peripezie di un magnaccia, al suo Gesù Marxista in Il Vangelo secondo Matteo (1964), alla sua opera più discussa, Salò o le 120 Giornate di Sodoma (1975), ma soprattutto ci piace ricordarlo come l’insospettabile scopritore del vero e profondo talento di uno dei mostri sacri del nostro cinema, Totò, in Uccellacci e Uccellini (1966) e del meraviglioso Che cosa sono le nuvole, all’interno del film ad episodi Capriccio all’Italiana (1968).

Altre ricorrenze:

  • 1966, nasce David Schwimmer, il Ross della serie Friends e voce della giraffa Melman in Madagascar
  • 2004, muore ucciso per mano di estremisti religiosi il controverso regista olandese Theo van Gogh
  • 2013, muore Vincenzo Cerami, lo sceneggiatore di La vita è bella, ultimo premio Oscar Italiano per Miglior Film.
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.