Roberto Bolle arriva al cinema

286
0

Kahlill Gibran ha scritto che l’anima del filosofo veglia nella sua testa, l’anima del poeta vola nel suo cuore, l’anima del cantante vibra nella sua gola ma è l’anima del danzatore che vive in tutto il suo corpo…e forse in pochi al mondo più dell’etoile italiana Roberto Bolle possono dimostrare con talento e con i fatti che si può e si deve danzare davvero con tutta l’anima. Statuario, etereo, bellissimo, dalle linee che rasentano la perfezione e con un’innata capacità di avvicinare il grande pubblico all’elitaria materia del balletto, Roberto Bolle -etolie del Teatro alla Scala di Milano e Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York- è un danzatore, un ambasciatore Unicef, un Cavaliere della Repubblica italiana e tanto altro ancora.

Balzato alla notorietà da quando -poco più che ventenne- interpretò Romeo, ruolo che gli valse giovanissimo la nomina a primo ballerino della Scala, l’apollineo ballerino piemontese che ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo è oggi pronto ad incantare tutti con un nuovo ed imperdibile appuntamento. Questa volta Bolle arriva al cinema per soli tre giorni con “Roberto Bolle. L’arte della danza”, un docufilm diretto da Francesca Pedroni e realizzato in collaborazione con i mediapartner Radio DEEJAY e MYmovies che sarà proiettato contemporaneamente in diverse sale italiane in esclusiva il 21,22 e 23 novembre (su Nexodigital l’elenco completo delle sale che aderiranno al progetto) dopo essere stato presentato in anteprima al 34esimo Torino Film Festival, che avrà luogo dal 18 al 26 novembre.

bolle_poster_100x140

Il lungometraggio conterrà una selezione di immagini e riprese tratte dal palcoscenico e dal backstage dello spettacolo “Roberto Bolle and friends”, una kermesse artistica che quest’estate ha visto il danzatore entrare in scena accanto a  Nicoletta Manni, del Teatro alla Scala, Melissa Hamilton, Eric Underwood, Matthew Golding del Royal Ballet di Londra, i gemelli Jiři e Otto Bubeníček, rispettivamente del Semperoper Ballet di Dresda e dell’Hamburg Ballett, Anna Tsygankova del Dutch National Ballet di Amsterdam, Maria Kochetkova e Joan Boada del San Francisco Ballet, Alexandre Riabko dell’Hamburg Ballett.

Dai riscaldamenti alle prove, dal relax dietro le quinte alla scelta di partners e musiche fino allo spettacolo vero e proprio, “Roberto Bolle. L’arte della danza” è un viaggio capace di accompagnare gli spettatori alla scoperta di un mondo magico in cui l’arte del balletto portata in scena da Bolle, incontrerà la meraviglia di tre luoghi suggestivi e cari al patrimonio artistico italiano: l’Arena di Verona, il Teatro Grande di Pompei e l’Anfiteatro delle terme di Caracalla a Roma.

Ambasciatore della cultura italiana nel mondo, Roberto Bolle è da sempre impegnato a rendere pop una disciplina complessa, ristretta e a tratti “snob” come la danza classica ed in questo docufilm ha deciso di raccontarsi con le immagini e attraverso inedite interviste mostrandosi totalmente per quello che è: uno stacanovista, un instancabile sognatore dotato di una prestanza fisica eccezionale e di un’eleganza naturale, ma soprattutto un uomo che ha vissuto un rapporto totalizzante con il suo mestiere e la sua arte scegliendola come dispensatrice di armonia ed equilibrio e fonte costante di rinascita. “La danza – dice il bel ballerino – è il fuoco che ho dentro. Mi ha formato, mi ha dato un’identità. L’uomo che sono ora lo devo alla danza”.

Di seguito il trailer di “Roberto Bolle. L’arte della danza”.

CONDIVIDI
Maria Francesca Amodeo
Classe 1991, calabrese, testarda e abitudinaria. Diplomata al Classico, oggi sono una studentessa di Giurisprudenza presso l'Università di Salerno che spera, un giorno, di far diventare l'amore per la penna il suo mestiere. Amo il mare - soprattutto quello di casa mia - e vivo spesso con la valigia tra le mani perché mi piace viaggiare e scoprire posti nuovi. Le grandi passioni della mia vita però sono soprattutto tre: la politica, la scrittura e Luciano Ligabue. Ho così tanti sogni nel cassetto che non so più dove mettere i vestiti!