Secondary ticketing e Live Nation. La dichiarazione di Cesare Cremonini

1279
0
Foto: Riccardo Medana

Oggi pomeriggio ve l’avevamo detto: la lista degli artisti legati a Live Nation che, in seguito al servizio mandato in onda da Le Iene e dedicato al secondary ticketing, ha iniziato a rilasciare dichiarazioni su Facebook relativamente a questo fenomeno era sicuramente in via di aggiornamento. Vasco Rossi, che ha immediatamente deciso di sospendere i propri rapporti commerciali con la società, quindi Tiziano Ferro, Marco Mengoni, Giorgia. E, infine, Cesare Cremonini.
Il cantante bolognese, intervistato dal Fatto Quotidiano (a questo link l’articolo completo) ha dichiarato la sua estraneità alla vicenda: «Io onestamente non so se andarne fiero o meno, ma sono molto sincero: la prima volta che ho sentito parlare in vita mia di secondary ticketing è stata in occasione del concerto dei Coldplay. Ricordo che quando da bambino andavo a vedere il Bologna allo stadio, già allora c’erano i bagarini che vendevano i biglietti a prezzi maggiorati. Li ho sempre chiamati così e non era gente con la quale ti veniva voglia di mettere su affari o famiglia. Non sapevo che nel mentre, anche grazie a internet, i bagarini si fossero “evoluti” e, visto il nome adottato, come dire, anche “raffinati”».

Clicca qui per conoscere meglio il fenomeno del secondary ticketing.
Clicca qui per leggere la risposta di Live Nation al servizio de Le Iene.
Clicca qui per leggere la lettera aperta di Claudio Trotta ad Assomusica.
Clicca qui per leggere cos’è stato detto durante la conferenza stampa indetta da Ferdinando Salzano, a.d. di Friends & Partners, e Claudio Maioli, manager di Ligabue.
Clicca qui e qui per guardare le nostre video interviste a Claudio Trotta.

CONDIVIDI
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.