Secondary ticketing. Le inchieste della Procura di Milano sono due

262
0

Non solo l’inchiesta aperta successivamente all’esposto presentato ad aprile dal promoter Claudio Trotta: sono due le inchieste aperte dalla Procura di Milano. A rivelarlo è stato il sito de La Stampa.
La prima, lo ricordiamo, per il momento è contro ignoti e si fonda sulla consistente documentazione depositata dalla Guardia di finanza, lunedì, al sostituto procuratore Adriano Scudieri.
La seconda, invece, mira a scoprire chi sono le persone che concretamente beneficiano dell’aumento dei prezzi dei biglietti venduti nei circuiti di secondary ticketing. Una prima risposta era stata data, lo ricorderete, dall’a.d. di Live Nation, Roberto De Luca che, ai microfoni de Le Iene, aveva addossato buona parte della responsabilità sugli “artisti”. Per questo, De Luca sarà presto ascoltato nuovamente dalla Procura, per cercare di fare chiarezza.
Nel frattempo, la Guardia di finanza ha acquisito i dati dei siti utilizzati da Barley Arts per la distribuzione dei biglietti degli ultimi concerti di Bruce Springsteen in Italia: il tutto, per trovare eventuali anomalie negli acquisti e nel passaggio da mercato “primario” a “secondario”.

Clicca qui per conoscere meglio il fenomeno del secondary ticketing.
Clicca qui per leggere la risposta di Live Nation al servizio de Le Iene.
Clicca qui per leggere cos’è stato detto durante la conferenza stampa indetta da Ferdinando Salzano, a.d. di Friends & Partners, e Claudio Maioli, manager di Ligabue.
Clicca qui per leggere la dichiarazione di Vasco Rossi; qui per leggere le dichiarazioni di Tiziano Ferro e Marco Mengoni; qui per leggere la dichiarazione di Giorgia; qui per leggere la dichiarazione di Cesare Cremonini.
Clicca qui e qui per guardare le nostre video interviste a Claudio Trotta.

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.