Dino Brown: “Un successo dance passa sempre dalle radio”

107
0

Come fa un brano dance a diventare una hit, ovvero un successo suonato  e ballato nei club di mezzo mondo? Rispetto agli anni ’90, eccellenti come risultati per le produzioni dance italiana, cos’è cambiato? Oggi che i dj non si incontrano più tra loro nei negozi di dischi, ma scaricano le tracce da Beatport, oppure, quando va male, le rippano (ovvero le scaricano illegalmente convertendo i file streaming in file da scaricare) da YouTube o da Souncdcloud, la situazione sembra molto diversa. E la radio, grazie a Spotify e crisi della discografia, sembra essere sempre meno importante. “In realtà non è proprio così. Anche a livello internazionale, sono show molto musicali come quello di Pete Tong sulla britannica BBC a fare la differenza”, racconta Dino Brown, colonna del pomeriggio di m2o, unico network nazionale italiano dedicato alla musica che fa ballare. Il suo show Controtendance va in onda dalle 16 alle 18 e punta sull’intrattenimento, ma pure su una buona dose di musica. “Le radio contano ancora, eccome. Spesso i brani primi su Beatport non li conosce nessuno tra qualche addetto ai lavori, mentre la radio la ascoltano davvero milioni di persone. Le vere hit non sono certo i brani che totalizzano ‘solo’ un milione di visualizzazioni su YouTube. Sia chiaro, sono cifre importanti, che brani della mia label Keep Records! per ora non raggiungono. Ma i successi veri escono dal web”. Il problema oggi sembra proprio anche nella mentalità dei dj. “Troppo spesso i dj che producono musica vogliono realizzare tracce che piacciano subito agli altri dj, per andare in classifica. Non è sbagliato, ma a ballare ci vanno i dj o le persone normali? Io, nel mio piccolo, ho sempre cercato di decidere io per me, andando magari contro corrente e la mia mente è sempre rivolta verso il pubblico. Per questo con Paky Francavilla abbiamo deciso di realizzare un bootleg di ’24k Magic’ di Bruno Mars, per realizzarne una versione energica ‘da pista’. Il risultato è che questa versione da qualche tempo è il bootleg remix più scaricato su Demodrop”. 

CONDIVIDI

Giornalista & comunicatore (o viceversa), Lorenzo Tiezzi sta online più o meno tutto il giorno. Il sito della sua agenzia è www.lorenzotiezzi.it, il suo clubbing blog AllaDiscoteca.com. All’attività di comunicatore affianca quella di giornalista freelance. Scrive di tendenze, musica, nightlife, ovvero, riassumendo all’osso, di amenità. Fiorentino, classe ‘72, si è laureato in Dams Musica nel 1996. Prima di dedicarsi a giornalismo e comunicazione ha lavorato in tv come coautore e curatore (Tmc2, Mtv) e in teatro come direttore di palco. Appassionato di arte, vino e sport, nel novembre 2013 ha corso la sua prima maratona e punta tutto su un tempo improbabile (3h e 30’’).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here