Obama premia Bruce con la Medaglia della Libertà

227
0

Barack Obama è ormai prossimo a lasciare la Casa Bianca ma il suo segno resterà impresso ancora per molto tempo. Prima di chiudere la sua avventura a Washington D.C. il Presidente Obama consegnerà – come prassi – la prestigiosa Medal of Freedom, ovvero la massima onoreficenza civile che ogni anno il Presidente degli Stati Uniti d’America conferisce, a sua discrezione, a persone che “abbiano dato un contributo specifico per la sicurezza degli interessi nazionali degli USA, per la pace mondiale, per la cultura o per qualsiasi altra iniziativa pubblica o privata degna di merito“. Ventuno medaglie in tutto che verranno date a personaggi del mondo del cinema, della televisione, dello sport, dell’industria e della scienza.

Nelle parole di Obama, “Bruce Springsteen è un cantante, un autore di canzoni e un leader. Più di cinquant’anni fa, ha comprato una chitarra a ha imparato a farla parlare. Da allora le storie che ha raccontato, sia nei testi che in esibizioni dal vivo epiche, hanno contribuito a dare una forma alla musica Americana e ci hanno sfidato a realizzare il sogno Americano. Springsteen è già stato insignito al Kennedy Center (altro riconoscimento prestigioso che viene dato per meriti artistici e culturali ricevuto nel 2009, nda) e  tuti i componenti della E Street Band, di cui è a capo, hanno fatto il loro ingresso nella Rock and Roll Hall of Fame“.201211695738976734_20

Obama ha anche aggiunto: “La Medaglia della Libertà non è soltanto il massimo riconoscimento civile del nostro Paese, ma anche un tributo all’idea che tutti noi – non importa da dove proveniamo – abbiamo la possibilità di cambiare in meglio questo paese. Scienziati, filantropi, funzionari della pubblica amministrazione, attivisti, atleti e artisti, tutti questi 21 individui hanno contribuito a spingere in avanti l’America ispirando milioni di persone in tutto il mondo durante il cammino“.

Dunque, l’ennesimo riconoscimento ad una carriera divenuta ormai memorabile che premia ancora una volta il talento e la profondità umana e artistica di Bruce Springsteen. La cerimonia di consegna delle Medaglie della Libertà è fissata per martedi 22 novembre alla Casa Bianca e potrà essere seguita in diretta streaming sul sito www.whitehouse.gov/live.

Oltre a Bruce Springsteen, verranno premiati Kareem Abdul-Jabbar, Michael Jordan, Ellen De Genres, Tom Hanks, Robert De Niro, Diana Ross, Robert Redford, Bill Gates e sua moglie Melinda, Richard Garwin (un fisico eclettico che ha contribuito al miglioramento delle tecnologie per la difesa e per l’intelligence), Frank Gehry (architetto), Margaret H. Hamilton (matematica e scienziata), Maya Lin (artista e scultrice), Lorne Michaels (produttrice tv e creatrice del Saturday Night Live, 30 Rock, The Tonight Show Starring Jimmy Fallon), Newt Minow (avvocato dei più deboli), Eduardo Padròn (Preside del Miami Dade College), Vin Scully (voce dei Brooklyn e Los Angeles Dodgers), Cicely Tyson (attrice teatrale). Premi postumi per Elouise Cobell (leader della Tribu dei Piedi Neri e avvocato per i diritti dei Nativi Americani) e Grace Hopper (scienziata definita the first lady of software).

 

CONDIVIDI
Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati due su Luciano Ligabue: Certe notti sogno Elvis (Giorgio Lucas Editore, 1995) e Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue (Arcana, 2011). Uno (insieme a Ermanno Labianca) su Ben Harper, Arriverà una luce (Nuovi Equilibri, 2005) e uno su Gianna Nannini, Fiore di Ninfea (Arcana). Il suo ultimo libro, scritto con Mauro Alvisi, s'intitola "Autostop Generation" (Ultra Edizioni). Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.