6 dicembre 2005, esce I Segreti di Brokeback Mountain

112
0

Era dai tempi di Gola Profonda, che un film non abbia dovuto così tanto della sua fama ( e del suo successo al botteghino) alla polemica voyeuristica e proibizionistica che lo avvolse, come questo.

In effetti, il film di Ang Lee, la storia d’amore nascosta e negata di due cowboy del Montana (una specie di omaggio ai Village People se vogliamo), ebbe una serie di censure che raramente ha avuto pari. Sul Grande Schermo, fu vietato in molti Stati del Midwest, in Cina e nella maggior parte del Medio Oriente. Si pensi che per ovviare al problema delle censure non preventivate che alcuni cinema improvvisarono negli Stati Uniti, la Universal, inizio a distribuire i DVD quando il film era ancora nelle sale (!).

Pellicola talmente scomoda che la famosa scena del primo rapporto tra Ennis e Jack  e persino quella del bacio fra i due fu censurata anche alla TV Italiana alla sua prima apparizione, nonostante che non ci fosse  davvero nessuna scena esplicita. Insomma, più disturbante come immaginato che come immagini.

Nonostante il clamore, quell’anno vinse Miglior Regia ma non miglior film, così come non vinse nessuno dei premi principali. Alla luce dei fatti, e 10 anni dopo, I Segreti di Brokeback Mountain rimane un buon film (forse non un capolavoro) con splendide e coraggiose interpretazioni da parte di Heath Ledger e Jake Gyllenhall, e tonalità davvero delicate ed inusuali per delle parti maschili (senza doppi sensi). Rimangono famose le ultime parole lasciate a metà di Ennis (“Jake, io giuro…“) ma bellissima e azzeccatissima era anche la tagline del film: “l’Amore è una Forza della Natura”.

Altre ricorrenze

  • 1964, nasce Giulio Base regista di Poliziotti e Lovest
  • 1967, nasce Judd Apatow, regista USA di 40 Anni Vergine e Molto Incinta
  • 1990, esce Edward Mani di Forbice, primo film dell’accoppiata Tim Burton/Johnny Depp
  • 1994, muore Gian Maria Volontè, grandissimo attore di tanti film denuncia anni 70 e non solo
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.