Natale, ma nemmeno troppo, al cinema in questo fine settimana

45
0

Siamo ufficialmente entrati in clima natalizio ed anche il cinema risente dell’ormai imminente festività. Le nuove uscite le possiamo catalogare in due gruppi: quelle di chiaro stampo natalizio (anche magari in chiave ironica) e quelle invece che di natalizio non hanno proprio nulla.

Appartiene a questa seconda categoria Captain Fantastic di Matt Ross. La storia raccontata è quella di un uomo (Viggo Mortensen) che vive insieme alla moglie ed ai sei figli isolato dal mondo, nelle foreste del Pacifico nord-occidentale. Una tragedia lo costringerà ad affrontare il mondo esterno ed a ripensare il suo ruolo di padre. Il film è passato per il Sundance Film Festival e la Festa del Cinema di Roma, oltre ad aver vinto il premio per la migliore regia nella sezione “Un certain regard” all’ultimo Festival di Cannes.

Per niente natalizio è anche Shut in di Farren Blacburn, tutto incentrato su Naomi Watts nei panni di una psicologa infantile che riceve i pazienti a casa e si prende cura del figliastro, ridotto in stato vegetativo dopo l’incidente nel quale ha perso la vita il marito. Strani eventi inizieranno a perseguitarla dopo la scomparsa di un suo piccolo paziente e la condurranno verso un’agghiacciante sorpresa.

A dispetto della giovane età, appena 27 anni, il regista canadese Xavier Dolan è già uno degli autori più apprezzati a livello mondiale. Con E’ solo la fine del mondo ha vinto il Gran Prix Speciale della Giuria all’ultimo Festival di Cannes. Il film ha un cast importante – fra gli altri Marion Cotillard, Léa Seydoux e Vincent Cassel – e racconta la storia di un giovane scrittore, malato terminale, che torna dalla famiglia dopo 12 anni di assenza e si ritrova alle prese con le dinamiche nevrotiche da tempo abbandonate. Il Canada ha scelto questo film nella corsa all’Oscar per il miglior film straniero.

Si entra in clima natalizio, per quanto con forti sentori di politicamente scorretto, con Babbo bastardo 2 di Mark Waters, sequel del primo capitolo risalente al 2003. In questo secondo episodio Willie Soke (il sempre grande Billy Bon Thornton) torna a rivestire i panni di Babbo Natale con l’intento di svaligiare un ente di beneficenza di Chicago. Ovviamente non mancheranno gli imprevisti. Nel cast c’è anche Kathy Bates.

Difficile infine immaginare un film più natalizio di Non c’è più religione di Luca Miniero. Il regista di Benvenuti al sud e Benvenuti al nord, confeziona in questo caso una commedia ambientata su un’isola del Mediterraneo, dove il tradizionale presepe vivente rischia di saltare per la mancanza del bambino. L’unica soluzione sembra così essere quella di chiedere aiuto alla comunità mussulmana… Nel cast, insieme a Claudio Bisio, ci sono anche Alessandro Gassmann, Angela Finocchiaro e Giovanni Cacioppo.

Escono anche la commedia La festa prima delle feste di Josh Gordon e Will Speck (con Jennifer Aniston e Jason Bateman), Una vita da gatto di Barry Sonnenfeld (con Kevin Spacey) e il film d’animazione russo La regina delle nevi di Vlad Barbe e Maksim Sveshnikov (nelle sale da sabato 10 dicembre).

CONDIVIDI

Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here