Corsa agli Oscar: l’Italia (per ora) resta fuori

16
0

Non ce l’ha fatta Fuocoammare, il film di Gianfranco Rosi che l’Italia aveva scelto per tentare di vincere l’Oscar come miglior film straniero. L’Academy oggi ha annunciato le nove nomination e Fuocoammare non c’è.

Non tutto è perduto però per il film vincitore dell’Orso d’Oro al Festival di Berlino, ambientato nell’isola di Lampedusa. La speranza è infatti quella che possa ricevere la nomination in quella che in fondo è la sua categoria naturale, ovvero “miglior documentario”.

I nove prescelti per l’Oscar come miglior film straniero sono: Tanna di Martin Butler e Bentley Dean (Australia); E’ solo la fine del mondo di Xavier Dolan (Canada); Land of mine – Sotto la sabbia di Martin Zandvliet (Danimarca); Toni Erdmann di Maren Ade (Germania); Il cliente di Asghar Farhadi (Iran); The king’s choice di Erik Poppe (Norvegia); Paradise di Andrej Končalovskij (Russia); A man called Ove di Hannes Holm (Svezia); La mia vita da zucchina di Claude Barras (Svizzera).

CONDIVIDI
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.