La festa prima delle feste. Sul serio?!

Festa vietata tra impiegati diventa orgia natalizia creativa

22
0

La festa prima delle feste
di Josh Gordon e Will Speck
con Jennifer Aniston, Kate McKinnon, Olivia Munn, Jason Bateman, Jamie Chun
Voto 6 meno

La nuova moda del politicamente scorretto è a modo suo un politicamente corretto tra i tanti: i film sboccatissimi con protagonisti sbroccati  ormai sono materia per Hollywood che dopo le damigelle di nozze che parlano sporco e i gaudenti porcelli che festeggiano a Las Vegas l’addio al celibato ora si lancia nelle feste natalizie per impiegati: siano in un’azienda hi-tech in crisi sotto Natale: il capo fricchettone  soffre il controllo della sorella decisionista (Aniston), il manager dubbioso (Bateman) sembra un incrocio tra Billy Crystal e Topolino, la direttrice del personale rivela gusti perversi e una escort slava e tonta butta la cocaina nella macchina per la neve finta, così la “festa prima delle feste” vietata per tristezze di bilancio si trasforma in un’orgia alla Hellzapoppin da cui escono persino soluzioni  tecnologiche che salvano il Natale a tutti. Una volta si usavano gli angeli… Però le risate, come la stagione, sono fredde, e le idee più folli sono quelle tecnologiche. Forse poteva  essere una startup e ne hanno fatto un film…

CONDIVIDI
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori