Film 2017. Novità e ritorni

Quasi tutti i nuovi film, prima puntata. E poi i sequel, i remake e gli italiani...

104
0

Il 2017 parte allegro con il musical animato Sing che mette insieme un concorso musicale travolgente tra animali pazzi e la verve produttiva del Meledrandi di Cattivissimo me e dei Minions, ci sarà un DiCaprio con troppe personalità (ben 24 nel produttivamente faticoso The Crowded Room), Brian Singer affronterà Bohemian Rhapsody dei Queen, Luc Besson tornerà con Valerian E La Città Dei Mille Pianeti, Martin Scorsese affronta la cristianizzazione del Giappone in The Silence, Zhang Yimou quella della Grande Muraglia in The Great Wall, suo primo film in inglese, il più costoso a tutt’oggi prodotto in Cina, con Matt Damon. Poi avremo la versione film del romanzo sui poteri fortissimi del web, The Circle, la biografia di Dalida e quella di Zelda Fitzgerald firmata Ron Howard, horror biologici come God Particle (terzo della franchise Cloverfield, produzione Abrams), il ritorno di Shyamalan con Split (altro film su personalità scisse: 23), un Mel Gibson alle prese con l’Oxford Dictionary (titolo tutto un programma: The Professor and the Madman), un altro Spielberg (It’s What I Do), la versione cinema di Ghost in the Shell, un altro Xavier Dolan (The Death and Life of John F. Donovan), l’adattamento del bel libro di Laurent Binet HHhH (acronimo di Il cervello di Hitler si chiama Heydrich), The Zookeeper’s Wife su come la moglie del direttore dello zoo di Varsavia protesse gli ebrei, La torre nera da Stephen King, il film sulla bolla (finanziaria) dei tulipani che sconvolse l’Olanda nel 600 (Tulip Fever), un film su Barbie, uno su BayWatch, La battaglia di Hacksaw Ridge di Mel Gibson (la storia dell’obiettore che salvò tutti i feriti della carneficina di Guadalcanal calandoli di notte da una rupe ), Dunkirk sul disastro di Dunquerque (ma firmato dal Nolan di Il cavaliere oscuro e Inception…), il bellissimo Arrival sull’arrivo degli alieni in versione Denis Villeneuve (spettacolare e insieme colta), Jackie, bio dell’ex first lady Kennedy nella variante fantastorica di Pablo Larrain, un nuovo Abel Ferrara (Siberia), l’ultima regia di Ben Affleck (La legge della notte), Zemeckis che ci propone in Allied un film sintetico di gomma, elettronica e citazioni sui classici dello spionaggio, un nuovo Desplechin (Le Fantomes d’Ismael) e, visto che siamo partiti con i porcelli canterini di Sing, finiamo con La La Land dove il dotatissimo Damien Chazelle di Whiplash “osa” confrontarsi con il musical classico di Hollywood ma rivisitato a modo suo.

Gli altri pezzi.
Film 2017. Un anno di sequel
Film 2017. Remake o reboot?
Film 2007. Gli italiani

CONDIVIDI

Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here