Vasco Rossi: le tante domande in vista del 17 gennaio e qualche curiosità su Best Union

1525
0
Vasco Rossi

Si avvicina il 17 gennaio, giorno in cui Vasco Rossi svelerà data e modalità delle prevendite del grande concerto in programma il prossimo 1° luglio a Modena. Tra i fan l’attesa è palpabile e lo dimostra il fatto che tantissimi, in questi giorni, si sono precipitati sul sito di Viva Ticket per fare “prove d’acquisto”: in molti non hanno mai utilizzato in precedenza questo canale, essendo da anni la prevendita riservata a Ticketone, e non vogliono farsi trovare impreparati il giorno in cui sarà possibile acquistare gli agognati tagliandi. Qualcuno ha perfino rischiato di trovarsi nel carrello un paio di biglietti di Arisa per errore, ma sono gli inconvenienti che si corrono in questi casi.

Il recente comunicato di Vasco Rossi ha chiarito che l’artista è ben intenzionato a combattere il fenomeno del secondary ticketing. Anche a costo di rompere un rapporto pluriennale come quello con Live Nation: “non è stato facile, né tantomeno indolore, prendere la decisione” si legge nella nota diramata dal Blasco e, possiamo immaginare, troncare i rapporti non dev’essere stato semplice nemmeno da un punto di vista contrattuale.

Quello che ad oggi sappiamo è che Vasco ha scelto di affidarsi a Best Union per garantire, attraverso Viva Ticket, “la massima pulizia e trasparenza nella vendita dei biglietti“. Sappiamo inoltre che “Siae e Associazione dei Consumatori verificheranno le modalità di vendita dei biglietti per combattere il mercato secondario“. Due domande sono già pronte per il 17 gennaio: quale sarà, fra le molte esistenti, l’associazione dei consumatori prescelta e quali effettivi poteri di controllo avrà? E come Siae eserciterà il suo controllo, visto che, fra l’altro, in tutti questi anni non ha saputo realmente incidere su un fenomeno che era sotto gli occhi di tutti, almeno fino al caso del Coldplay?

Resta da spiegare cos’è Best Union. Come si può leggere sul sito della società, il gruppo nasce nel 1999 per volontà di EBC, società specializzata nella gestione di eventi e nell’attività di biglietteria,  e di una software house bolognese. Dopo l’ingresso in società, nel 2005, anche della Pavarotti International, nel 2009 l’acquisto del gruppo OmniTicket fa di Best Union uno dei primi cinque operatori a livello mondiale. Chairman del gruppo è Luca Montebugnoli, CEO Silvano Taiani.

Un’ultima considerazione: tra i fan l’annuncio di Vasco è stato accolto con molto favore. Resta il rammarico per quanto successo negli ultimi anni, nonostante le segnalazioni di “disservizi” (chiamiamoli così…) non fossero certo mancate. Il benemerito servizio delle Iene è servito a smuovere le acque e Vasco, possiamo ben dirlo pensando a Modena Park, “ha preso subito la palla al balzo” per dare un segnale chiaro e, ne siamo certi, inequivocabile. Il 17 gennaio avremo le risposte che ancora attendiamo e poi partirà la caccia al biglietto. Con la speranza di non dover mai più leggere certi nomi abbinati a quello del Blasco.

CONDIVIDI

Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here