6 Gennaio 1955, nasce Rowan Atkinson

145
0

Abbandona la carriera academica per diventare Mr. Bean. Non stiamo scherzando, Rowan Atkinson, si laurea a pieni voti in Ingegneria Elettrica nel 1977 ad Oxford e gli viene offerta la possibilità di insegnare come Lecturer, ma la sua verve comica e la voglia di far ridere hanno la meglio.

Prima lavora alla BBC in un programma equivalente al nostro Striscia La Notizia, poi il personaggio che lo renderà noto universalmente: Mr. Bean, maldestro, sfortunato e carognesco personaggio che rappresenta un po’ la caricatura del britannico medio, un po’ come il nostro Fantozzi lo è dell’italiano medio.

Il suo personaggio solitario (celebre l’episodio del suo San Silvestro con due amici, che lo abbandonano prima di mezzanotte), misogino (salvo qualche uscita con la sfigatissima e occhialuta accompagnatrice – sempre la stessa), parsimonioso, attaccato al suo orsacchiotto e alla sua Mini verde (che sfida perennemente la Reliant a 3 ruote in una guerra tra poveri), danno una connotazione veramente amara dietro l’approccio buffonesco che suscita la risata (molto più amara di Fantozzi, ci verrebbe da dire che almeno non è solo). 2 film, 1 serie televisiva, 1 serie animata. Atkinson ha però annunciato il pensionamento del personaggio: ultima apparizione, i giochi olimpici di Londra 2012 dove suona una singola nota al sintetizzatore nell’Orchestra della Cerimonia di Apertura.

Altre ricorrenze

  • 1938, nasce Adriano Celentano, attore, cantante, molleggiato
  • 1942, esce Fantasia di Walt Disney
  • 1949, muore Victor Fleming regista di Via Col Vento e Il Mago di Oz
  • 1982, nasce Eddie Redmayne attore premio oscar per La Teoria del Tutto
CONDIVIDI
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.