I magnifici 80 anni di Paolo Conte

49
0

Oggi Paolo Conte compie 80 anni. Nonostante lo scorrere del tempo resta uno dei nostri musicisti più lucidi, sempre capace di regalare forti emozioni.

Parecchi anni fa ho avuto la buona sorte di passare parecchio tempo con lui. Non era ancora un mito, anzi in quel periodo eravamo davvero pochi a filarcelo: il suo momento d’oro era a Sanremo, durante i giorni del Club Tenco. Chi ha avuto la fortuna di assistere a quelle edizioni della Rassegna può dire di aver vissuto serate memorabili, all’Ariston e ancor più nelle notti infinite che seguivano lo spettacolo. Se qualcuno le avesse registrate, oggi avrebbe tra le mani un patrimonio artistico inestimabile.

Con l’Avvocato ho fatto chiacchierate interminabili, al Tenco e altre volte nel suo studio di Asti. Sembra un orso, invece è sempre stato un grande affabulatore, uno capace di intrattenerti per ore parlando di donne ed Hemingway, di Bartali, jazz e della zia di Benigni, degli chansonnier francesi, di gelati al limon e del buon vino. Tra le molte cose che mi ha detto, una si è insinuata nella mente e non è più uscita: «Ogni forma d’arte è importante, tutte hanno il potere di modificare profondamente l’essere umano. Ma ce n’è una più infida di altre: la musica. Per vedere un film devi andare al cinema, per osservare un quadro devi entrare in un museo. Invece la musica spesso ti colpisce a tradimento. Magari esce da una finestra mentre cammini per strada, la suona il juke box quando prendi un caffè al bar. Oppure un’autoradio la spara a tutto volume, la senti per caso in Tv o esce dalla radio mentre ti fai la doccia. A volte quella melodia ti si ficca in testa e allora ciao, ti rode come un tarlo. Certe canzoni somigliano alle donne, ti stendono e tu resti lì come un salame a domandarti perché?».

CONDIVIDI
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino). Ultimo libro uscito: "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi".