8 gennaio 1947, nasceva David Bowie

137
0

Oggi il  Duca Bianco di Londra, all’anagrafe David Jones, avrebbe compiuto 70 anni, ma se ne va lo scorso anno, il 10 gennaio, praticamente dopo aver lanciato il suo ultimo disco.

A differenza di altri colleghi, non solo è stato un grande cantante, ma pure un attore di alto livello.

Sempre caratterizzato da una forte presenza scenica (qualche detrattore dice per coprire carenze tecniche) paragonabile solo ad altri grandi come Peter Gabriel o Freddy Mercury; Bowie attira subito l’attenzione dei cineasti, che ne intravedono, dietro l’aspetto bello ed ambiguo, molto potenziale attoriale.

Col suo sguardo bicolore, il suo fisico magrissimo, il suo alter ego Ziggy Stardust, non poteva che essere la prima scelta come alieno per il suo primo film L’Uomo Che Cadde Sulla Terra (1976), storia di un extraterrestre che diventa miliardario per tornare sul suo pianeta. Dopo Gigolò (1980), Tony Scott lo sceglierà poi nella sua storia di vampiri Miriam Si Sveglia a Mezzanotte (1983), stesso anno in cui probabilmente interpreta il suo personaggio migliore, ovvero il soldato australiano Jack Cellliers nel campo di prigionia giapponese in Furyo. Nello stesso film, si scontra con un altro titano della musica, prestato al cinema, cioè Ryuichi Sakamoto. 1-1 il risultato finale, nel senso che come recitazione non c’è paragone (infatti è l’ultimo film di Sakamoto), ma il giapponese ha la rivincita in campo musicale: la sua Forbidden Colours è la punta di diamante della colonna sonora che vince l’oscar.

Quasi sempre personaggi iconici per il Duca Bianco da li in poi: il Re dei Folletti in Labirynth (1986), Ponzio Pilato ne L’Ultima Tentazione di Cristo (1988), Andy Warhol in Basquiat (1996), Nikola Tesla in The Prestige (2006). Da dimenticare: la sua apparizione con Leonardo Pieraccioni ne Il mio West (1998), ma è la classica eccezione che conferma la regola.

Buon viaggio, David.

Altre ricorrenze

  • 1951, nasce JohnMc Tiernan, regista di Die Hard e Il Tredicesimo Guerriero
  • 1977, nasce Manuela Arcuri, attrice e sex symbol
  • 1980, nasce Sam Riley, attore in Control e On The Road
CONDIVIDI
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.