Blue Monday: playlist semiseria per il giorno più triste dell’anno

35
0

Secondo un calcolo matematico molto fantasioso, oggi è il Blue Monday, il giorno più triste dell’anno. Questo giorno cade il terzo lunedì di gennaio, ed è stato “creato” da Cliff Arnall, psicologo dell’università di Cardiff, circa 17 anni fa: mettendo insieme varie componenti, quali  il meteo, i sensi di colpa per i soldi spesi a Natale, il calo di motivazione dopo le Feste, l’ossessione di trovare nuovi stimoli e l’ansia derivante dal nuovo anno appena iniziato, ha ottenuto una bizzarra equazione che porterebbe appunto a credere che sia proprio oggi il giorno più triste dell’intero anno.

L'odiato 'Blue Monday' è oggi, il giorno più triste dell'anno fa discutere

Molti la trovano una semplice trovata pubblicitaria ( e non stentiamo ad essere d’accordo con loro), anche se in alcuni paesi la cosa è presa molto seriamente, tanto che in Gran Bretagna, per esempio, molti decidono di non andare a lavorare. Sicuramente, Arnall non ha sbagliato quando ha preso in considerazione tutte quelle variabili che influenzano un po’ l’umore di tutti proprio in questi giorni. Ma è anche vero che, a conti fatti, è una scusa per ironizzare proprio sulle giornate no che, volenti o nolenti, coinvolgono ognuno di noi. Per esorcizzare questa giornata un po’ buia e magari riderci su, vi proponiamo una (semiseria) playlist da Blue Monday, in cui ritroverete  5 canzoni tristi e 5 canzoni assolutamente allegre per sorridere. Un piccolo percorso “catartico”, che va sempre bene, perché la tristezza fa parte della vita, ma non deve durare troppo.

Iniziamo con le canzoni più malinconiche (e bellissime):

1)Iris- Go Go Dolls

2)Adele- Someone like you

3)Elisa- Dancing

4)U2 – One

5)Francesco de Gregori- Rimmel

E ora, le canzoni più divertenti ( e perché no, da ballare)

1)Shakira- Waka Waka

2)Michael Jackson- Black or white

3)Alvaro Soler- El mismo sol

4)Beyoncé- Single ladies (put a ring on it)

5)Justin Timberlake- Can’t stop the feeling

CONDIVIDI
Nata in Calabria, classe '86. Un diploma di Liceo Scientifico che però mi ha portato ad una laurea in Lingue e Letterature straniere. La musica e la letteratura sono sempre state la colonna portante della mia vita in ogni loro sfumatura. Sognatrice ostinata ma realista al punto giusto.