18 gennaio 1955, nasce Kevin Costner

130
0

Ci sono attori di indubbio talento con un pessimo fiuto per i film e attori non straordinari che hanno un ottimo talento nello scegliere i film (o per farsi scegliere).

Se nella prima categoria ci mettiamo Johnny Depp, nella seconda ci mettiamo di sicuro Kevin Costner. Californiano, liberal di famiglia e di idee, anche buon musicista, è negli anni ‘80 è l’interprete designato dal cinema USA per rappresentare i riti di passaggio maschili in una ideale trilogia che comprende Il Grande Freddo (1983), Fandango (1985)e  L’Uomo dei Sogni (1989). Infatti, non tutti sanno che Kevin Costner interpretava il vero protagonista de Il Grande Freddo, ovvero Alex, l’amico morto per cui vecchi amici di università si ritrovano assieme in un weekend di ricordi e riflessioni. Non tutti lo sanno, perché il regista tagliò integralmente la parte di Costner, eccezion fatta per una inquadratura (ovvero il polso della salma con i segni del suicidio). Fortunello il nostro Kevin, che oltre a diventare un Sex Symbol, è anche protagonista nello stratosferico Gli Intoccabili (1987) di Brian De Palma,

Negli anni ’90 dirige il pluripremiatissimo Balla Coi Lupi (1990, ben 7 oscar ma non come attore), film western dalla parte dei pellerossa, e poi Revenge (1990), JFK di Oliver Stone (1991), Robin Hood (1991) e La Guardia Del Corpo (1992). Da lì in poi, non riuscirà più ad ottenere lo stesso successo,  anzi alcuni flop sono costosissimi  (Waterworld, 1995 e L’Uomo del Giorno Dopo, 1997) e ne pregiudicano la carriera anche se un paio di parti le azzecca, su tutte il segretario di Kennedy (ancora lui) in Thirteen Days (2000) e il papà di Superman (L’uomo D’Acciaio, 2013; davvero sorprendente in questo caso).

Suo il commovente discorso funerario per l’amica Whitney Houston, co-protagonista ne La Guardia Del Corpo.

Altre ricorrenze

  • 1947, nasce Takeshi Kitano, attore e regista giapponese, famoso per Fiori Di Fuoco e Zatoichi
  • 1964, nasce Enrico Lo Verso, attore in Il Ladro di Bambini e Lamerica
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.