Gazzelle, a metà strada tra (sexy) pop e indie

1712
0
Foto di Matteo Casilli

Si chiama Flavio (in arte Gazzelle), viene da Roma e con un solo singolo all’attivo è già il fenomeno musicale del momento. Quella te, questo il titolo del brano, è il primo estratto dal disco di inediti che uscirà il prossimo 3 marzo per Maciste Dischi, l’etichetta discografica milanese che tra i tanti ha prodotto i Canova e Miele. «È un disco a cui abbiamo lavorato molto, un disco che ascoltandolo tutto d’un fiato credo abbia un senso, che però ancora mi sfugge… per fortuna», ci confida Flavio.
Ad anticipare il lavoro un nuovo pezzo che uscirà a breve tramite i suoi canali ufficiali: «Si intitolerà Zucchero filato. Non so ancora la data, ma uscirà presto. Il video sarà diretto ancora una volta da Paula… è la numero uno».

Intorno al tuo personaggio c’è un velo di mistero. Perché questa scelta?
In realtà più per gioco che per altro, per vedere cosa succedeva e perché volevo soffermare l’attenzione solamente sulle canzoni.

Quando hai iniziato a scrivere canzoni?
Ho iniziato da piccolo a scrivere e a suonare. Ho sempre avuto tanti strumenti in giro per casa ed è stato abbastanza naturale avvicinarmici. La prima canzone l’ho scritta per il mio compagno di banco delle elementari.

Come nasce una tua canzone?
Solitamente all’improvviso, dipende. Non mi sono mai messo lì a scrivere, di solito mi viene in mente una melodia, un ritornello o anche solo qualcosa. La maggior parte delle canzoni che ho scritto sono nate mentre ero in motorino. La canticchio il più possibile per non scordarla finché non arrivo a casa e mi metto di corsa alla tastiera, e la scrivo.

Quella te è uno di quei brano che entrano subito in testa già dopo il primo ascolto. In quanto tempo è nato?
L’ho scritta subito, appena sveglio, un sabato mattina, prima di andare al bar.

Il video della canzone è fantastico e poi Martina Nermin De Pretto (ndr. l’attrice del videoclip) mi ricorda moltissimo Marina Massironi. Sulla pagina facebook di Paula Lingyi Sun (ndr. la regista) ho visto che ne state girando un altro…
(Ride) È vero non ci avevo pensato, però Martina è molto più fica. Presto uscirà un nuovo video di Paula che a mio avviso è la numero uno. Non so ancora la data, la canzone si intitola Zucchero filato.

Il tuo primo album uscirà a marzo, cosa ci dobbiamo aspettare?
È un disco a cui abbiamo lavorato molto, un disco che ascoltandolo tutto d’un fiato credo abbia un senso, che però ancora mi sfugge… per fortuna.

Quanto “Flavio” ci sarà all’interno?
Un sacco di Flavio!

La nuova scena cantautorale romana è diventata negli ultimi anni un centro importante per la musica italiana. Secondo te la gente si è rotta le palle degli artisti “preconfezionati”?
Non saprei, lo spero però.

Ci sono delle canzoni, nel panorama italiano, che avresti voluto scrivere?
Parecchie canzoni di Cremonini, Anima fragile di Vasco e La casa di Endrigo.

Che musica ascolti normalmente?
Dipende dal periodo, ne ascolto diversa. Ultimamente ascolto molta Trap americana.

Cosa fai quando non sei occupato con la musica?
Bevo con gli amici.

I tre migliori singoli del 2016 secondo Gazzelle?
Italiani sicuramente, Frosinone, Il posto più freddo… e Quella te.

State già lavorando al tour?
Si, presto usciranno le date.

P.S: Perché “sexy pop”? Lo scoprirete a marzo!

CONDIVIDI
Nasce a Viterbo nel marzo di un anno dispari. Il primo album che acquista è... Sqérez? dei Lunapop. Il suo sogno? Vedere i fratelli Gallagher ancora una volta insieme su un palco.