Vota la canzone di Sanremo più bella di sempre

7328
0
Sanremo serata finale

L’anno scorso vi avevamo chiesto di dirci qual era la canzone vincitrice di Sanremo più bella di tutti i tempi, e voi avete deciso di premiare quello che probabilmente è stato il gruppo-simbolo del 2016 per la musica italiana: i Pooh, con la loro Uomini soli, pezzo del 1990.
Quello che vi chiediamo questa volta è invece di votare la canzone di Sanremo più bella di sempre, da scegliere questa volta in una lista di pezzi (da noi selezionati) che, pur avendo partecipato al Festival, non l’hanno vinto. La scelta, naturalmente, è molto varia, ricoprendo oltre 50 anni di musica italiana.
Potrete esprimere fino a 3 preferenze e per votare avrete tempo fino alle 12 di martedì 7 febbraio, giorno d’inizio del Festival. La speranza è che il prossimo anno questa lista possa aggiornarsi con tanta buona musica.

Vota la canzone di Sanremo più bella di sempre

  • Vita spericolata, Vasco Rossi (1983) (23% voti)
  • Strani amori, Laura Pausini (1994) (12% voti)
  • Almeno tu nell’universo, Mia Martini (1989) (12% voti)
  • …E dimmi che non vuoi morire, Patty Pravo (1997) (7% voti)
  • E non finisce mica il cielo, Mia Martini (1982) (5% voti)
  • La nevicata del ’56, Mia Martini (1990) (4% voti)
  • Di sole e d’azzurro, Giorgia (2001) (4% voti)
  • Destinazione Paradiso, Gianluca Grignani (1995) (3% voti)
  • Quello che le donne non dicono, Fiorella Mannoia (1987) (2% voti)
  • Ciao amore ciao, Luigi Tenco (1967) (2% voti)
  • 4 marzo 1943, Lucio Dalla (1971) (2% voti)
  • Il ragazzo della via Gluck, Adriano Celentano (1966) (2% voti)
  • Un’avventura, Lucio Battisti (1969) (2% voti)
  • Replay, Samuele Bersani (2000) (1% voti)
  • Sono solo parole, Noemi (2012) (1% voti)
  • Vacanze romane, Matia Bazar (1983) (1% voti)
  • Donne, Zucchero Fornaciari & Randy Jackson Band (1985) (1% voti)
  • Piazza Grande, Lucio Dalla (1972) (1% voti)
  • L’immensità, Don Backy (1967) (1% voti)
  • Nessuno mi può giudicare, Caterina Caselli (1966) (1% voti)
  • Cosa resterà degli anni ’80, Raf (1989) (1% voti)
  • La notte, Arisa (2012) (1% voti)
  • Ma che freddo fa, Nada (1969) (1% voti)
  • La terra dei cachi, Elio e le Storie Tese (1996) (1% voti)
  • Adesso e qui (nostalgico presente), Malika Ayane (2015) (1% voti)
  • La prima cosa bella, Nicola di Bari (1970) (1% voti)
  • Ancora, Eduardo De Crescenzo (1981) (1% voti)
  • Io che non vivo (senza te), Pino Donaggio (1965) (1% voti)
  • Il primo amore non si scorda mai, Enrico Ruggeri (2016) (1% voti)
  • Gianna, Rino Gaetano (1978) (1% voti)
  • Lontano dagli occhi, Sergio Endrigo (1969) (1% voti)
  • Contessa, Decibel (1980) (1% voti)
  • Il passo silenzioso della neve, Valentina Giovagnini (2002) (0% voti)
  • Signor tenente, Giorgio Faletti (1994) (0% voti)
  • Io confesso, La Crus (2010) (0% voti)
  • La musica è finita, Ornella Vanoni (1967) (0% voti)
  • Capelli, Niccolò Fabi (1997) (0% voti)
  • 7000 caffé, Alex Britti (2003) (0% voti)
  • Eternità, Camaleonti (1970) (0% voti)
  • Le mille bolle blu, Mina (1961) (0% voti)
  • Rien ne va plus. Enrico Ruggeri (1986) (0% voti)
  • Io amo, Fausto Leali (1987) (0% voti)
  • 24mila baci, Adriano Celentano (1961) (0% voti)
  • Dietro la porta, Cristiano De André (1993) (0% voti)
  • Cuore matto, Little Tony (1967) (0% voti)
  • Vado via, Drupi (1973) (0% voti)
  • Quando quando quando, Tony Renis (1962) (0% voti)
  • Deborah, Fausto Leali (1968) (0% voti)
Loading ... Loading ...

 

CONDIVIDI
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.