“Siddhartha”, un musical italiano che punta al mercato internazionale

"Siddhartha" un musical prodotto in Italia destinato al circuito internazionale. Dal 2 febbraio al LinearCiak di Milano

118
0
Siddhartha, The Musical

Torna in Italia, al LinearCiak di Milano, il musical Siddhartha per quattro date, il 2, 3, 4 e 5 febbraio, a quattro anni di distanza dal primo tour italiano. Lo hanno annunciato nei giorni scorsi i protagonisti durante una conferenza stampa: Gloria Grece Alanis sta producendo lo spettacolo con l’intenzione di portarlo in giro per il mondo. Questo è il primo musical interamente italiano distribuito dalla Broadway International Company: quello messo in scena è la prosecuzione e miglioramento di quello che era stato rappresentato anni fa al Teatro degli Arcimboldi.
Gloria Grece ha voluto rimarcare il suo impegno anche come aderente al buddismo: «La mia vita è cambiata da quando pratico il buddismo. Tutto è più semplice adesso, ma una cosa ho capito, ovvero che ogni possibile felicità da raggiungere la devi trovare in te stesso, poi quando uno si sente felice non può assistere impassibilmente alle sofferenze degli altri, quindi si adopera per alleviarle. Ho voluto finanziare questo spettacolo in seguito alle sollecitazioni che ricevevo dalla mia amica Isabeau che ha curato il primo allestimento. Quando l’ho visto rappresentato ho capito che poteva essere molto utile alle persone che cercano la felicità. Non ne faccio una questione economica, perché gli investimenti sono stati cospicui, ma la soddisfazione più grande è vedere le persone che escono arricchite dopo aver visto lo spettacolo».
Tra i protagonisti del musical ci saranno Giorgio Adamo (Siddhartha), Salvo Vinci (Govinda), Beatrice Baldaccini (Kamala) e un nutrito corpo di ballo composto da dodici ballerini della Compagnia di Danza del Messico. Gli stessi che erano presenti nelle rappresentazioni messicane dei mesi scorsi.
Altro luogo dove lo spettacolo è andato in scena con successo è Parigi, a poche settimane dal terribile attentato terroristico del Bataclan.
In merito alla nuova realizzazione il regista Daniele Cauduro e Edgar Reyes che si è occupato delle coreografie hanno precisato che rispetto alle precedenti rappresentazioni italiane lo spettacolo è stato migliorato negli aspetti essenziali. Il libretto e le musiche sono rimaste intatte, la durata è stata ridotta a un’ora per tempo, ci saranno meno proiezioni video, mentre si è cercato di ridurre ai minimi termini la scenografia per esaltare l’essenzialità del messaggio. Il tutto per rendere lo spettacolo ancor più internazionale, perché l’intenzione è di portarlo in giro per il mondo.
Le musiche, raccolte in un cd prodotto da Lilith sono state realizzate tra gli altri da Isabella Biffi, Fabio Codega e Beppe Carletti dei Nomadi che firma un finale coinvolgente.
Tra i protagonisti dello show ci sarà l’attore italiano Edoardo Costa che, dopo essere stato protagonista della soap opera Vivere, oltre ad avere interpretato molteplici fiction e film in Italia e all’estero, torna sui palcoscenici teatrali italiani interpretando il ruolo di Siddhartha anziano, narratore della storia: «È la mia storia quella di Siddhartha, vivevo una vita superficiale di donne e scarso rispetto per la vita, facevo tutto di corsa, poi ho scoperto anch’io il buddismo e sono cambiato».
Il capolavoro di Hermanne Hesse, scritto nel 1922, è stato un compendio alla crescita di molte generazioni di giovani in cerca della felicità. Per molti la lettura di questo libro, edito da Adelphi e dalla copertina azzurra, è stato il primo passo verso l’approfondimento del lato spirituale.
Biglietti in prevendita sul sito Ticketone www.ticketone.it e Vivaticket www.vivaticket.it. È attiva una speciale promozione riservata agli studenti universitari, valida per tutte le date e tutti i settori del teatro. È possibile richiedere il codice per aver diritto al 30% di sconto scrivendo info@linearciak.it o chiamando al numero 02.84269260.

CONDIVIDI

Nato in Lombardia, prime collaborazioni con Radio Montevecchia e Re Nudo. Negli anni 70 organizza rassegne musicali al Teatrino Villa Reale di Monza. È produttore discografico degli album di Bambi Fossati e Garybaldi e della collana di musica strumentale Desert Rain. Collabora per un decennio coi mensili Alta Fedeltà e Tutto Musica. Partecipa al Dizionario Pop Rock Zanichelli edizioni 2013-2014-2015. È autore dei libri Anni 70 Generazione Rock (Editori Riuniti, 2005) e Che musica a Milano (Zona editore, 2014).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here