FIMI: segnalazioni alla Guardia di Finanza per lo streaming falsato

174
0

Come abbiamo detto spesso qui su Spettakolo, le nuove forme di comunicazione e le varie piattaforme attraverso le quali si può usufruire della musica sono mezzi potenti e ormai indispensabili. Ognuno di noi ha provato, almeno una volta, una delle piattaforme più in voga e famose degli ultimi anni, a cominciare da Spotify o Deezer, che offrono il servizio di streaming in modo gratuito (anche se è possibile acquistare dei pacchetti che prevedono un pagamento mensile e che offre ovviamente servizi maggiori). Va sottolineato, però, che le varie classifiche basate su questi circuiti sono spesso falsate dalla possibilità che i numeri in questione vengano manomessi (e non di poco) da siti specializzati e ascolti di massa. Non si è sottratta a denunciare il problema la FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana, l’organo che tutela e promuove le attività connesse all’industria discografica), che ha dichiarato, attraverso un comunicato stampa, di aver messo in atto ben 4 segnalazioni alla Guardia di Finanza contro altrettanti siti che offrono servizi a pagamento per incrementare il numero di ascolti registrati, falsando in questo modo le classifiche e le certificazioni ufficiali.

La FIMI, nel comunicato stampa, afferma anche che: <<Questa iniziativa si aggiunge alle misure di sicurezza già in vigore e gestite da GfK Italia per monitorare ed escludere le anomalie rilevate nelle vendite di dischi, download e nello streaming. FIMI agisce con l’obiettivo di mantenere l’assoluta integrità e trasparenza del servizio Top of the Music relativo alle classifiche e alle certificazioni nazionali e come tale non esiterà a denunciare alle autorità competenti qualsiasi ulteriore azione fraudolenta>>.

Una posizione a dir poco chiara ( e necessaria) da parte della FIMI, che fa riflettere molto su quanto la tecnologia sia estremamente utile e faciliti la vita di tutti i giorni ad ognuno di noi e come allo stesso tempo sia un’arma a doppi taglio, poiché, essendo così manipolabile, allontana gli utenti dalla realtà, mostrando solo una minima parte di ciò che sarebbe giusto vedere.

CONDIVIDI

Nata in Calabria, classe ’86. Un diploma di Liceo Scientifico che però mi ha portato ad una laurea in Lingue e Letterature straniere. La musica e la letteratura sono sempre state la colonna portante della mia vita in ogni loro sfumatura. Sognatrice ostinata ma realista al punto giusto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here