23 febbraio 1996, esce Trainspotting

121
0

Appena uscito il sequel, 21 anni dopo quello che forse è il film capitale della fine degli anni’90 (ce ne prendiamo la piena reponsabilità).

Stiamo parlando di Trainspotting, si dice girato e montato in 8 settimane (!), con la sua storia di droga ed amicizia in Scozia, è deflagrante ovunque arrivi: film indipendente britannico, lurido, acido, ipercinetico, punk, esilarante, dissacrante, parte in sordina e poi grazie al passaparola, finisce con essere programmato per mesi nei multisala.

Pugno allo stomaco per le immagini (e non solo), Inizialmente persino accusato di essere propaganda delle droghe pesanti (come dire che Arancia Meccanica incoraggia il vandalismo, o che il Gladiatore pubblicizzi i Combattimenti nell’Arena, visto che ci siamo), il film dell’emergente Danny Boyle (da quel punto fino a The Millionaire del 2008 ogni suo film sarà preceduto dalla dicitura “dal regista di Trainspotting“) è tratto da il bestseller di Irvine Welsh, vero e proprio cult della cultura underground del periodo.

Sarebbe però ingiusto definire Trainspotting un film sui tossici, in effetti lo è solo in superficie; molto di più, racconta di un gruppo di amici la cui fine dell’adolescenza li divide per sempre e, più estensivamente,  è il testamento della Generazione X.

Che dire? guardate o riguardate Trainspotting ora, nella seconda decade del Ventunesimo Secolo, per capire dove è iniziata la fine del Ventesimo. Chi lo avrebbe detto che un film di tossici ci avrebbe raccontato in modo così sincero? Monumentale epitaffio: la scena finale con monologo del protagonista Renton, personaggio che lancia la star Ewan McGregor.

Altre ricorrenze

  • 1940, nasce Peter Fonda, attore di Easy Rider e L’Oro di Ulisse
  • 1965, muore Stan Laurel, la metà dell’immortale coppia Stanlio & Ollio
  • 1983, nasce Emily Blunt attrice di Sicario e Edge of Tomorrow
  • 1991, esce The Doors di Oliver Stone, con Val Kilmer e Meg Ryan
  • 1994, nasce Dakota Fanning attrice di Man on Fire e La Guerra Dei Mondi
CONDIVIDI
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.