L’album “catchy” di Gazzelle è servito

834
0

Superbattito
di Gazzelle
Voto: 6 e mezzo
Maciste Dischi

Di Gazzelle non sappiamo quasi nulla. Conosciamo il suo nome: Flavio, sappiamo che viene da Roma e che il 3 marzo verrà pubblicato il suo album d’esordio Superbattito per la Maciste Dischi. Non si fa vedere in faccia, le sue foto sono sfocate e enigmatiche, ma abbiamo avuto la possibilità di farci due chiacchiere e soprattutto di ascoltare il suo lavoro in anteprima. Tutto in gran segreto, come nel suo stile.
«Il disco parla di storie infinite, di luci lontane», spiega Gazzelle. «Momenti minuscoli lasciati da qualche parte infondo alla sera. Amori messi al sicuro per non farli appassire. È un disco che un pò mi mette a nudo e che un po’ mi copre. Tipo una coperta corta. Tipo quando abbraccio il mio cane».

Superbattito si apre con Non sei tu, un brano che a primo impatto ci fa credere che Gazzelle sia in realtà Calcutta sotto mentite spoglie, poiché la voce dei due è davvero simile, ma nel complesso ne esce una bella ballata romantica. Quella te è il singolo che ha fatto conoscere all’Italia il giovane cantautore e non possiamo non considerarla una canzone davvero bella e che riassume un po’ tutto il tema dell’album, ovvero quell’amore adolescenziale che «ci sconvolge il sabato mattina, con la felpa sporca della sera prima».
In Zucchero filato troviamo un elemento importante: i synth che tanto vanno di moda in questo periodo e che stanno facendo la fortuna di tanti artisti indie-pop (Thegiornalisti su tutti). Il brano successivo, Meltinpot, ha una ritmica interessante e un testo che parla di un amore platonico in cui il cantante viene ingannato dalla bellezza di una ragazza. In Balena cresce la vena artistica di Gazzelle, grazie ad un brano dal ritornello che entra in testa e che ai live sarà sicuramente un momento esaltante per i fan.
Il tema di Dèmodè è quello molto attuale dei ragazzi di fare una cosa o non farla basandosi sulla moda del momento. Da questo punto di vista Gazzelle non è di certo un artista demodè. NMRPM ci riporta su sonorità più tranquille, l’uso del piano classico accompagnato dal solito sintetizzatore e un bel testo impegnato la rendono probabilmente la traccia più riuscita.
Il disco si chiude con Greta, che riassume in poco più di due minuti tutto quel sentimento di dolcezza e freschezza che Gazzelle, con estrema spontaneità esterna del suo album, redendo la dicitura di sexy-pop estremamente calzante.

Nel complesso Superbattito è un buon primo lavoro, senza troppe pretese, ma con delle linee guida per l’ascoltatore ben definite. Il rischio era quello di cadere nella banalità, ma al contrario cresce in noi il desiderio di scoprire ancora di più su Gazzelle, aspettando la data zero del 3 marzo al Monk di Roma.

TRACKLIST SUPERBATTITO
1.Non sei tu
2.Quella te
3.Zucchero filato
4.Meltinpot
5.Balena
6.Dèmodè
7.Nmrpm
8.Greta

CONDIVIDI
Nato nel 1995 nella terra degli Etruschi, ma nel mio sangue scorre il fuoco del Vesuvio. La musica fa parte della mia vita fin da quando, da bambino, mio padre mi fece conoscere Freddie Mercury. Dal 2014 organizzo uno dei festival musicali alternative più famosi del centro Italia. Passo il tempo suonando il basso e guardando le mie serie tv preferite.