Le canzoni degli anni ’90 più ascoltate su Spotify

401
0

Qualche giorno fa il sito Talky!Music ha diffuso la Top 10 dei cantanti italiani con più followers su Spotify: al primo posto c’è Laura Pausini con 428.927 followers, al secondo Eros Ramazzotti con 406.096, al terzo Andrea Bocelli con 379.771, al quarto Lorenzo-Jovanotti con 369.995. Seguono Tiziano Ferro, Marco Mengoni, Fedez, Ligabue, Il Volo e Vasco Rossi.

Ma ancora più interessante ci sembra la classifica diffusa da Spotify sui brani degli anni Novanta più ascoltati in assoluto (dati aggiornati al 25 febbraio). Sul podio ci sono Wonderwall degli Oasis, Smells Like Teen Spirit dei Nirvana e All I Want for Christmas is you di Mariah Carey.

Da notare come molte delle cose migliori di quegli anni, da Bruce Springsteen ai Pearl Jam, da Jeff Buckley agli U2 ai Depeche Mode, non appaiono in questa classifica. O meglio, ci sono anche loro, ma in posizioni di rincalzo. Per esempio, Hallelujah di Jeff Buckely è al 41esimo posto con 95 milioni di streaming; Alive dei Pearl Jam al 73esimo con 70,1 milioni e One degli U2 al 78esimo con 68,5 milioni.

Le canzoni con oltre 100 milioni di streaming (indicati tra parentesi) sono 35. Eccole:

1) Wonderwall, Oasis (247,2)
2) Smells Like Teen Spirit, Nirvana (229)
3) All I Want For Christmas Is You, Mariah Carey (188,9)
4) Under The Bridge, Red Hot Chili Peppers (185,1)
5) Californication, Red Hot Chili Peppers (184,9)
6) The Next Episode, Dr. Dre ft. Snoop Dogg (171)
7) Iris, Go Go Dolls (167,4)
8) Stil Dre, Dr. Dre ft. Snoop Dogg (156,8)
9) Creep, Radiohead (153,2)
10) All The Small Things, Blink 182 (144,1)
11) The Verve Bitter Sweet Symphony, The Verve (141)
12) Basket Case, Green Day (139,4)
13) All Star, Smash Mouth 136,8)
14) Wannabe, Spice Girls (133,4)
15) Enter Sandman, Metallica (130)
16) Come As You Are, Nirvana (128,5)
17) Otherside, Red Hot Chili Peppers (128,3)
18) I Don’t Want To Miss a Thing, Aerosmith (128,3)
19) Everlong, Foo Fighters (128,3)
20) Losing My Religion, R.E.M. (127,3)
21) No Scrubs, TLC (126,4)
22) I Want It That Way, Backstreet Boys (125,6)
23) Killing In The Name, Rage Against the Machine (124,6)
24) Song 2, Blur (123,2)
25) Hypnotize, Notorious B.I.G. (117,8)
26) Nothing Else Matters, Metallica (115,7)
27) Gangsta’s Paradise, Coolio (114,1)
28) Juicy, Notorious B.I.G. (112,9)
29) Scar Tissue, Red Hot Chili Peppers (105)
30) Forgot about me, Dr. Dre (104,5)
31) Zombie, The Cranberries (104,2)
32) Mr. Jones, Counting Crows (103,3)
33) I Will Always Love You, Whitney Houston (103,2)
34) What My Age Again?, Blink 182 (102)
35) Say My Name, Destiny’s Child  (101,9)

CONDIVIDI
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino). Ultimo libro uscito: "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi".