Aspettando Twin Peaks

238
0

L’assassino torna sempre sul luogo del delitto, giusto?

David Lynch diversi anni prima della nascita del sottoscritto ha sicuramente aperto uno squarcio non trascurabile sui palinsesti di mezzo mondo: Twin Peaks rappresenta infatti l’anno 0 delle serie tv, aprendo il mondo della televisione al modernismo e alla ricerca dell’autorialità.

Ora, 26 anni dopo, la misteriosa cittadina ci accoglierà di nuovo nel suo gelido abbraccio e gli autori Mark Frost e il sopracitato Lynch ci faranno da Cicerone in un paese molto cambiato, ma con tratti senza dubbio riconoscibili. 

 STA ACCADENDO DI NUOVO

Non ci è dato sapere nulla riguardo il plot, ma senza dubbio vedremo delle vecchie conoscenze tra gli abitanti: all’interno di un cast di dimensioni gargantuesche (ben 217 attori ingaggiati) troveremo infatti grandi ritorni tra cui David Duchovny (Fox Mulder in X-Files, Denise Bryson in Twin Peaks) e ovviamente l’invecchiato Kyle MacLachlan nei panni di Dale Cooper, l’agente del Bureau protagonista delle prime due serie, affiancati però da nuovi volti di pregio quali Naomi Watts, Amanda Seyfried, Monica Bellucci ma anche il giovane Michael Cera (che siamo certamente più abituati a vedere in ruoli comici) e il feticcio tarantiniano Tim Roth.

In ogni caso se volete spulciare un po’ la lista completa, ve la lasciamo qui:

Gli episodi di questo super revival saranno ben 18, un format quantomeno atipico visti gli standard seriali moderni (circa 12 o 22) e non possiamo che sperare di vederli ben riempiti: speranza non certo infondata visto che i nomi dietro il progetto sono sinonimo di qualità!

Anyway per ora possiamo fare solo tre cose: attendere, speculare e soprattutto rivedere le due stagioni degli anni ’90 così da essere pronti quando arriverà il 21 maggio, la data dell’uscita americana.

Ah ecco, per quelli che “Sì, ma stai facendo troppo hype, io lo aspetto in Italia” beh, ci penserà Sky Atlantic, che si terrà al passo mandando le puntate in contemporanea dall’America. Non ci sono più scuse quindi, è ora di tornare a far visita a Laura Palmer!

CONDIVIDI

Uomo dell’anno 2006 secondo il Times,Procrastinatore olimpico, radio speaker senza seguito, drogato di musica e cinema, calamita per gente al limite del caso umano.
Ma ho anche dei difetti.
Ah e scrivo articoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here