Gabbani ed Ermal Meta “vincono” anche sui social

2156
0

Ma quanto “rende” sui social salire sul podio del Festival? Molto, soprattutto se prima di andare a Sanremo non eri un autentico “big”. Si è molto parlato dell’incredibile boom avuto da Francesco Gabbani su YouTube con la sua Occidentali’s karma, che è già a 40 milioni di visualizzazioni.

Ma il vincitore del Festival in poche settimane ha pure aumentato, e non di poco, “amici” e “follower” sui vari social. Lo scorso 8 febbraio aveva 63.219 “amici” su Facebook, che nel frattempo sono diventati 271.995. Su Twitter lo seguivano appena 6.372 persone, adesso sono 35.500. Su Instagram ha fatto il balzo più grosso: erano 23.600, ora sono quasi dieci volte di più: 213.000. E in tutti e tre i social i numeri sono in salita giorno dopo giorno.

Aumentati anche i seguaci della seconda classificata Fiorella Mannoia. Però siccome lei era già molto seguita anche prima del Festival, gli aumenti sono più contenuti: su Facebook è passata da 936.982 a 981.133; su Twitter da 445.000 a 450.000 e su Instagram da 191.000 a 231.000.

E il terzo classificato Ermal Meta? Pure lui ha fatto un bel balzo in avanti:l’8 febbraio aveva 44.440 “amici” su Facebook, che sono diventati 135.206. Più che raddoppiata la base dei seguaci su Twitter, che erano 11.150 e adesso sono 23.800. Più che triplicata, infine, la base di chi lo segue su Instagram: erano 22.300 e sono diventati oltre 79.000.

CONDIVIDI
Massimo Poggini
Massimo Poggini è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max, intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali. Ha scritto i best seller Vasco Rossi, una vita spericolata e Liga. La biografia; oltre a I nostri anni senza fiato (biografia ufficiale dei Pooh), Questa sera rock’n’roll (con Maurizio Solieri), Notti piene di stelle (con Fausto Leali) e Testa di basso (con Saturnino). Ultimo libro uscito: "Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi".