11 marzo 1933, nasce Sandra Milo

82
0

Quando si parla della celebre Sandrocchia, spesso ci si dimentica delle sue qualità attoriali. Ovviamente, di certo le sue frequentazioni con personaggi potenti (è stata amante sia di Federico Fellini che di Bettino Craxi, per sua stessa ammissione), aiutarono la sua carriera, ma nessun personaggio può reggere così a lungo sulla scena cinematografica se non ci sono delle doti di fondo. Di origini umili, padre siciliano e nata a Tunisi, la sua adolescenza non fu così facile (incinta e sposata a 15 anni, perse il figlio per un parto prematuro).

Se le sue prime parti con Pietrangeli (Lo Scapolo, 1955 e Adua e le Compagne, 1960) e con Rossellini (Il Generale della Rovere, 1959) è evidente che le parti le sono assegnate per le forme procaci (interpretando sempre la ragazza dai facili costumi), il successivo incontro con Fellini le apre le porte del cinema autoriale, e tra il ’63 ed il ’65 ha la su stagione d’oro: interpreta 8 e ½ (1963) e Giulietta degli Spiriti (1965), diventando una star internazionale  e vincendo il Nastro D’Argento; ancora con Pietrangeli, La visita (1965), forse la sua interpretazione migliore e più matura, in linea peraltro col personaggio anticonformista.

La fine degli anni ’60 sono anche la fine della carriera di alto livello di Sandro Milo: da li, le apparizioni in TV (tra cui il celebre e orrendo scherzo della morte del figlio), l’incontro con Craxi, i miracoli veri e presunti, le vicende giudiziarie, l’Iran che le strappa il visto per motivi moralistici (apparentemente, per i 60000 slip posseduti dalla Milo). Nota di coraggio: nel 2007, si schiera in TV di stato apertamente a favore dell’eutanasia.

Altre ricorrenze

  • 1961, nasce Elias Koteas, attore canadese de La Sottile Linea Rossa e Crash
  • 1969, nasce Terrence Howard, attore USA di Iron Man e Prisoners
CONDIVIDI

Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here