21 marzo 1994, Schindler’s List vince l’Oscar

89
0

Chiunque salvi una vita, salva il mondo intero”

Ci mancò poco che Steven Spielberg non dirigesse mai questo film, 7 Premi Oscar: il primo regista che aveva deciso di metter mano alla incredibile storia di Oskar Schindler, industriale tedesco che salva un migliaio di ebrei dai campi di concentramento grazie ad un escamotage e al senso degli affari, fu infatti Martin Scorsese. Scorsese si rese conto che questo film avrebbe avuto una valenza ancora più imponente se fosse stato un Ebreo a dirigerlo e ne parlò a Spielberg: Spielberg, riluttante all’inizio, accettò e scambio il film Cape Fear – Il Promontorio della Paura su cui stava lavorando con l’italo-americano.

Per tanti versi diviene il film definitivo sull’Olocausto, e sul concetto di Umanità e cosa la contraddistingue come tale. Film che non aveva star di grande richiamo, volutamente per non distrarre dal tema drammatico, vide comunque emergere performance terribili e bellissime: Liam Neeson il protagonista che capisce cosa sia giusto fare, Ben Kingsley, il contabile che strappa alla morte una persona alla volta grazie alla lista (“La Lista… E’ Vita”), e soprattutto Ralph Fiennes, mostruoso gerarca nazista oltre ogni comprensione.

Bianco e Nero epocale, con l’unico e famoso particolare della Bambina Vestita di Rosso: Spielberg spiegherà che era metafora dell’indifferenza generale degli Stati Uniti e del mondo intero sul massacro degli Ebrei, che scelsero per anni di non vedere una tragedia  che saltava agli occhi come poche.

Altre ricorrenze

  • 1944, nasce Timothy Dalton, uno degli ultimi James Bond
  • 1958, nasce Gary Oldman, attore de La Talpa e Leon
  • 1962, nasce Matthew Broderick, attore di War Games e Uomini di Gloria
  • 1985, muore Michael Redgrave, attore de La Signora Scompare e Gioventù, Amore e Rabbia
  • 1986, nasce Scott Eastwood, figlio di Clint, Attore di La risposta è nelle stelle e Gran Torino
  • 1991, muore Serge Gainsbourg, attore , cantante, compositore di colonne sonore
CONDIVIDI

Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here