Elton John, la grande festa per i suoi 70 anni

152
0
Elton John a Collisioni 2016
© Foto: Riccardo Medana

Non proprio un party sfrenato, ma un grande evento di beneficenza. Per celebrare i settant’anni di Sir Elton John e i cinquanta di sodalizio artistico con Bernie Taupin, domani sera a Los Angeles andrà in scena un gala di beneficenza. I proventi saranno devoluti alla Elton John Aids Foundation e al The Ucla Hammer Museum.

A condurre il gala sarà l’attore Rob Lowe ma i partecipanti, fatta eccezione per Lady Gaga, non sono stati svelati. Una serata unica per celebrare la carriera di un’icona mondiale della cultura pop, che ha venduto nel mondo più di 250 milioni di dischi.

«Sono ancora interessato a guardare verso il futuro, con quello che creo, le mie collaborazioni e scoprendo il lavoro di altre persone. Credo che l’età sia irrilevante,basta tenere connesse le nostre menti, restando curiosi verso le cose nuove. Posso entusiasmarmi per un nuovo artista che suona un suo demo, così come per il nuovo disco dei miei eroi musicali. Posso entusiasmarmi suonando in una città in cui non sono mai stato, o visitando un posto che conosco bene per vedere com’è cambiato. La vita è un continuo divenire, e io la assecondo. Mi sento felice di usare la mia popolarità per portare attenzione sulle ingiustizie del mondo e cerco di aiutare dove posso. La mia vita non è mai stata felice come ora». Commenta Elton John all’alba di un traguardo importante, conservando ancora un grande entusiasmo nei confronti dell’arte e della vita.

Altro importante traguardo è il sodalizio artistico con Taupin. Iniziato cinquant’anni fa, ad oggi sono tra le coppie di autori più longeve della storia musicale. Da allora non sembra essere cambiato molto: «Abbiamo lo stesso entusiasmo del primo giorno. Quest’anno sono 50 anni di sodalizio artistico ed è sconvolgente perché a me sembra ieri che ci siamo conosciuti. È un risultato meraviglioso riuscire a resistere 50 anni quando c’è arte di mezzo, soprattutto in una industria come questa, dove succede così raramente», commenta Elton John.

«È una strana partnership: Abbiamo praticamente brevettato la tecnica per scrivere in tandem e mi avventurerei a dire che è difficile trovare una coppia di autori più affiatata di noi», gli fa eco Bernie Taupin.

Elton John Aids Foundation e The Hammer Museum

Due cause importanti sostenute da Elton John: fermare la piaga dell’Aids/Hiv e la promozione dell’arte nelle sue molteplici forme.

Elton Jonh Aids Foundation – Fondata 25 anni fa ha raccolto negli ultimi anni 385 milioni di dollari per fronteggiare la discriminazione verso chi è affetto dalla malattia, per prevenire l’infezione, per fornire trattamenti e sensibilizzare i governi.

The Hammer Museum – Propone mostre ed espone collezioni che spaziano dall’arte classica fino a quella contemporanea. Attraverso le mostre internazionali e la biennale, Made In L.A., l’Hammer valorizza l’arte contemporanea fin dal 1960, soprattutto il lavoro di artisti emergenti.

Non ci resta che dire Happy Birthday Sir Elton John!

CONDIVIDI
Vent'anni e un corso di studi a Milano. Soffro di Londonite da quando ho passato tre mesi nella capitale britannica e poi ho dovuto lasciarla. Una volta ho incontrato Paul McCartney, ma non l’ho riconosciuto.