L’estate a Gallipoli inizia ad aprile

350
0
Dj resident del Samsara

L’estate è ancora lontana, ma Gallipoli sta già tornando ad essere la capitale dell’Italia che balla. Il Samsara Beach, la spiaggia più scatenata della bella cittadina salentina, un sogno che dura tutto l’anno per tanti ragazzi, torna a far ballare l’Italia dal 9 aprile ed i party di Pasqua e Pasquetta sono già molto attesi.

Infatti, dal 15 al 17 aprile, in città, prende vita Peninsula Festival, un bell’evento a metà tra arte e musica da ballo. Ad esempio, l’imponente Castello Angioino a Gallipoli Vecchia si riempirà del mapping 3D a cura di In Synch LaB. I palchi del festival saranno disposti in giro per la città e pure nei locali di riferimento, tra cui non manca lo scenografico Riobo, la disco di Gallipoli da prima che fosse la mecca del divertimento. Tra i tanti nomi arriveranno il raffinato Gregor Salto, due talenti di m2o come Dino Brown ed Amerigo Provenzano, gli Eiffel 65 e la bionda Anfisa Letyago.

Del divertimento “in stile Gallipoli” si parla, almeno un po’, anche se, chissà perché molti considerano Ibiza o Mykonos un altro pianeta. Forse in parte lo sono, ma Gallipoli funziona davvero, anche a livello musicale. Anche qui, come in ogni successo in ambito clubbing, accanto a mare azzurro e spiagge da sogno, tutto parte dalla musica. Senza beat eccellenti nessun locale e nessuna località riesce ad emergere. Quella di Danilo Seclì, dj resident del Samsara Beach, è particolare e la si può ascoltare nel suo primo album, Re<erse. «L’album è una sorta di circolo e ricircolo, di vita e di musica», racconta Danilo Seclì. «È un ciclo che racconta le emozioni che tutti viviamo e riviviamo ancora grazie alla musica. Oggi molti dj e pure molti artisti preferiscono limitarsi ai singoli, ma volevo esprimere un concetto un po’ più ampio».

CONDIVIDI
Giornalista & comunicatore (o viceversa), Lorenzo Tiezzi sta online più o meno tutto il giorno. Il sito della sua agenzia è www.lorenzotiezzi.it, il suo clubbing blog AllaDiscoteca.com. All'attività di comunicatore affianca quella di giornalista freelance. Scrive di tendenze, musica, nightlife, ovvero, riassumendo all’osso, di amenità. Fiorentino, classe ‘72, si è laureato in Dams Musica nel 1996. Prima di dedicarsi a giornalismo e comunicazione ha lavorato in tv come coautore e curatore (Tmc2, Mtv) e in teatro come direttore di palco. Appassionato di arte, vino e sport, nel novembre 2013 ha corso la sua prima maratona e punta tutto su un tempo improbabile (3h e 30’’).