31 marzo 1999, esce Matrix

83
0

Forse il film più importante di fantascienza di sempre da un punto di vista filosofico e sociologico (ce ne prendiamo piena responsabilità), tanto da essere la prima vera e propria trasposizione allegorica della Caverna di Platone. Quando esce nelle sale di tutto il mondo, nessuno si aspetta un capolavoro del genere dai fratelli Wachowski (uno dei due ha cambiato sesso di recente, quindi dovremmo dire fratello e sorella) , che mai ripeteranno un’impresa simile per qualità, imbarcandosi invece in polpettoni pretenziosi ma senza sostanza (come Cloud Atlas, e Jupiter Ascending e , a dir la verità, anche i due sequel dello stesso Matrix).

Non che Matrix non sia pretenzioso, lo è, ma il film, che rende Keanu Reeves e Lawrence Fishburne due star mondiali, è veramente deflagrante, sia a livello di impatto visivo (il bullet-time, la pallottola rallentata, è uno degli effetti speciali più originali, funzionali e imitati di tutti tempi, ma anche il mood del film , o semplicemente i vestiti o il cellulare che fu lanciato nel film, diventano praticamente archetipi), sia come implicazioni sociali: e il mondo di superficie, che nasconde un mondo dove gli essere umani sono letteralmente depredati della loro energia vitale, e solo a tratti si rendono conto della loro condizione illusoria, diventa forse nell’immaginario collettivo la miglior fotografia della nostra società, e una profezia del capovolgimento delle nostre certezze (che avverrà due anni dopo con il crollo delle Torri Gemelle).

E ricordate: “non c’è nessun cucchiaio <…>Allora ti accorgerai che non è il cucchiaio a piegarsi, ma te stesso

Altre ricorrenze

  • 1934, nasce Richard Chamberlain, attore di Uccelli di Rovo e Shogun
  • 1943, nasce Christopher Walken, attore premio oscar per Il Cacciatore
  • 1964, nasce Isabella Ferrari, attrice di Un giorno Perfetto e Caos Calmo
  • 1971, nasce Ewan McGregor, attore scozzese di Trainspotting e Big Fish
  • 1989, esce Schegge di Follia, cult giovanile con Christian Slater e Winona Ryder
  • 1993, muore Brandon Lee, attore accidentalmente ucciso sul set de Il Corvo
CONDIVIDI
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.