Scarlett Johansson e Takeshi Kitano nello stesso film: il weekend al cinema è questo e molto altro

93
0

Per tutti i gusti. Il weekend nelle sale cinematografiche si presenta forse meno ricco (qualitativamente) rispetto al precedente, ma in compenso l’offerta spazia su più fronti. E le proposte interessanti in ogni caso non mancano.

L’idea di veder recitare nello stesso film Scarlett Johansson e Takeshi Kitano (sì, beat Takeshi, l’inventore di Takeshi’s Castle, ma anche il Leone d’oro a Venezia nel 1997 come regista di Hana Bi),  è forse il motivo di maggior interesse di Ghost in the shell di Rupert Sanders, film che si ispira all’omonimo manga del 1989 e che racconta di una task force incaricata di fermare criminali ed estremisti, guidata da un ibrido tra un cyborg ed un umano. Nel cast ci sono anche Juliette Binoche e Michael Pitt.

Per chi ama la storia contemporanea, si annuncia come imperdibile Il viaggio – The journey di Nick Hamm, film dedicato allo storico accordo che venne stretto da Ian Pasley, predicatore protestante e leader del Partito Democratico Unionista, e Martin McGuinness, politico del Sinn Fein, nel 2006. Accordo favorito da un viaggio in macchina, che costrinse i due acerrimi nemici a dialogare per siglare la pace nell’Irlanda del Nord. Gli attori sono Timothy Spall e Colm Meany.

E’ possibile che la Spagna si stia specializzando nel thriller? Si direbbe di sì, visto che dopo il successo nel 2015 di Desconocido – Resa nei conti, arriva ora nei cinema La vendetta di un uomo tranquillo di Raúl Arévalo, che si candida nuovamente ad un buon risultato al botteghino. Il film è stato presentato in anteprima ai festival di Venezia e Toronto e racconta lo strano triangolo che vede ai tre vertici un uomo condannato ad otto anni di carcere per una rapina, la fidanzata che aspetta che sconti la pena e l’avventore di un bar gestito dalla donna.

Il permesso – 48 ore fuori è il secondo film diretto da Claudio Amendola, impegnato anche come attore insieme a Luca Argentero, Giacomo Ferrara e Valentina Bellè. Al centro della storia ci sono tre uomini ed una donna ai quali vengono concesse 48 ore di permesso fuori dal carcere di Civitavecchia. I quattro dovranno decidere come impiegare il poco tempo a loro disposizione, ma soprattutto si troveranno a fare i conti con un mondo profondamente cambiato durante la loro detenzione.

A dispetto del titolo, 17 anni (e come uscirne vivi) di Kelly Fremon Craig non vuole essere una banale commedia adolescenziale. Presentato al Festival di Toronto, il film racconta la storia di due amiche del liceo, che diventano nemiche quando una delle due inizia segretamente a frequentare il fratello dell’altra. La protagonista, Hailee Steinfeld, per questa parte è stata candidata ai Golden Globe come miglior attrice. Nel cast figura anche Woody Harrelson.

Escono anche la malinconica commedia tedesca The most beautiful day – Il giorno più bello di Florian David Fitz e gli italiani Classe Z di Guido Chiesa, La mia famiglia a soqquadro di Max Nardari e La verità, vi spiego, sull’amore di Max Croci.

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.