Francesco Gabbani incontra Desmond Morris, l’etologo della “scimmia nuda”

586
0

La scimmia nuda è l’uomo. Nuda, perché l’unica scimmia priva di peli. A sostenerlo, lo zoologo ed etologo Desmond Morris, nel saggio del ’67 La scimmia nuda. Studio zoologico sull’animale uomo.
Eppure, se oggi parlate di “scimmia nuda”, ben pochi assoceranno  queste due parole al nome dell’etologo inglese. Piuttosto, in molti mimeranno il balletto di Gabbani (e della sua “scimmia” Filippo Ranaldi) sulle note di Occidentali’s karma, la canzone vincitrice dell’ultimo Festival di Sanremo.

Ebbene, proprio oggi si è consumato l’incontro del secolo (ma sì, esageriamo!): quello tra Francesco Gabbani e Desmond Morris. A rivelarlo, lo stesso cantante toscano, con una fotografia pubblicata su Facebook (in apertura all’articolo), accompagnata dalla seguente didascalia: Oggi ho avuto l’incredibile privilegio di incontrare Desmond Morris nella sua casa di Oxford. A parte la surreale circostanza, paragonabile forse a prendere un caffè con Eraclito, ho avuto la prova che la saggezza e la grandezza di un uomo sono direttamente proporzionali all’umiltà e la capacità di esprimere con semplicità concetti molto profondi! Grazie Desmond“.

Ricordiamo che in questi giorni Gabbani si trova a Londra per partecipare a uno degli eventi “collaterali” legati all’Eurovision, a cui il cantante si presenterà a maggio da super favorito. Notizia di oggi, inoltre, l’endorsement di Conchita Wurst. Che sia di buon auspicio?

CONDIVIDI
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.